Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Acqui-Genova, i pendolari bocciano i nuovi Jazz: ''Treni non idonei''

Il Comitato dei Pendolari Valli Stura e Orba lamenta un problema legato alla capienza delle nuove carrozze. "I nuovi treni porteranno ad avere invece che maggior comfort di viaggio ad un saldo negativo dei posti offerti"

OVADA - Le dichiarazioni entusiastiche pronunciate dai rappresentanti della Regione Liguria e Trenitalia pochi giorni fa, nel corso della presentazione dei nuovi modelli attivi sulla linea ferroviaria Acqui-Genova, si stanno scontrando con il "muro" dei pendolari che, attraverso il "Comitato Valli Stura e Orba", hanno bocciato - senza troppi giri di parole - i "Jazz", entrati ufficialmente in servizio alla fine di giugno. L'associazione lamenta un problema fondamentale legato alla capienza delle nuove carrozze, limitata - per l'intero convoglio - a 300 posti, contro i 600 dei "Vivalto" e di altri treni più "anziani" ma tutt'ora in uso. "Peccato che nessuno abbia chiesto a Comitati ed Associazioni se questo nuovo modello di materiale era idoneo al servizio in Liguria - afferma Manuela Delorenzi, in rappresentanza dell'ente - e confacente alla necessità dei viaggiatori, che dovranno poi convivere tutti i giorni con questi treni, al contrario dei politici presenti alla consegna. Se fosse stato chiesto a comitati ed associazioni cosa ne pensavano, gli sarebbe stato risposto che questi treni non sono particolarmente idonei al servizio in Liguria, in quanto hanno una capienza limitatissima. La Regione Liguria sta pianificando un futuro di viaggi ancora più scomodi con treni sottodimensionati rispetto alle necessità dei pendolari".

In ballo c'è anche il Contratto di Servizio firmato qualche mese fa dalla stessa Regione Liguria, che ha confermato l'affidamento a Trenitalia per i prossimi 15 anni. Una mossa che non ha mai convinto il Comitato ligure, che avrebbe gradito una maggiore considerazione da parte della Giunta e degli assessori in merito a questo passaggio. Ora, in un'estate che sembra meno "calda" del solito per i pendolari della tratta confinale, ecco prospettarsi all'orizzonte un nuovo disagio, segnato - tra l'altro - dal modello che avrebbe dovuto acquietare le acque sulle polemiche dell'ultimo periodo. "La dimostrazione (del disservizio, ndr) - prosegue Delorenzi - è infatti che Trenitalia ha già fatto circolare questi treni sulla Genova-Acqui Terme e sulla Genova- Ventimiglia in orario di minor afflusso, perché se fosse stato fatto girare in orario di maggior frequentazione non vi sarebbe stato per l'utenza nemmeno il posto in piedi! Questi nuovi trenini Jazz che circoleranno in Liguria, assieme agli altri treni “Pop” che arriveranno nei prossimi anni, porteranno ad avere invece che maggior comfort di viaggio ad un saldo negativo dei posti offerti, perché treni da 300 posti o poco più sostituiranno convogli certamente anziani ma che di posti ne offrono quasi il doppio". 

12/07/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centauri 2018: primo gruppo
Centauri 2018: primo gruppo
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Inaugurato il nuovo Centro Giovani ai Giardini Pittaluga
Inaugurato il nuovo Centro Giovani ai Giardini Pittaluga
Operazione Black and White dei Carabinieri contro il capolarato
Operazione Black and White dei Carabinieri contro il capolarato
Festival prevenzione e innovazione in oncologia ad Alessandria
Festival prevenzione e innovazione in oncologia ad Alessandria
La visita di Brumotti all'ospedale infantile Cesare Arrigo
La visita di Brumotti all'ospedale infantile Cesare Arrigo
Lo spettacolo in carcere, ispirato a 900 di Baricco
Lo spettacolo in carcere, ispirato a 900 di Baricco