Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ponti

I polentari di tutta Italia si riuniscono a Ponti

Si terrà a Ponti il tradizionale raduno nazionale dei “polentari” da venerdì 8 a domenica 10 giugno. Non ci sarà solo polenta, però: per le vie del paese un percorso del gusto con le tipicità di nove regioni. E poi un convegno sul mais “ottofile”, musica, arte e spettacoli
PONTI – Tutto pronto a Ponti, nell'acquese, per il raduno dei polentari d'Italia. La Pro Loco del paese che conta circa 500 abitanti è infatti l'organizzatore, insieme al Comune ed agli sponsor, dell'edizione 2018 del tradizionale incontro che si svolge ogni anno in una diversa località dove è presente l'associazione Polentari d'Italia. Nove regioni si danno appuntamento per le vie del piccolo borgo per celebrare la polenta di mais, nelle infinite versioni.
Ponti propone la sua polenta con mais ottofile, una tipicità risorta dall'oblio e unica al mondo. Si narra che alcuni coltivatori l'abbiano conservata in granai durante gli anni bui delle due guerre mondiali, per riportarla poi alla luce. Una sorta di “mais no global” dalle proprietà organolettiche ottime, che sarà protagonista di un convegno, venerdì pomeriggio nei locali di Borgo Castello. E' quello di venerdì un momento di approfondimento che anticipa la festa vera e propria, rigorosamente all'insegna del divertimento e del gusto, come voleva il marchese del Carretto, colui che diede inizio alla tradizione del polentone di Ponti, nel 1571.
Il marchese ricevette infatti un gruppo di calderai dalla provincia di Cosenza ai quali chiese di stagnare un grande paiolo. Per ricambiare del lavoro fatto, offrì loro una polenta “speciale”, con frittata alle cipolle e merluzzo.
La stessa ricetta che viene riproposta ogni anno durante la sagra di marzo e che sarà protagonista anche del raduno dei Polentari.
Spetta al comune ospitante, a Ponti, in questo caso, scodellare sabato alle 19 il “polentone” che sarà servito poi a tutti i presenti. Cinque quintali di pomenta fumante versati su un tavolo. Per accompagnare la polenta ci vorranno 2.500 uova, 250 chili di merluzzo e 500 chilogrammi di cipolla.
Anche le altre pro loco, provenienti da 9 regioni italiane, presenteranno la propria tradizionale polenta. C'è che la fa con le patate, chi con le castagne, chi la serve con salsiccia e chi con lumache...
Non solo polenta, si diceva: sempre sabato, a partire dal pomeriggio, si snoderà per le vie del paese un percorso del gusto con le tipicità delle regioni.Ci sarà anche una estemporanea di pittura e, alle 16, il concerto del coro degli Alpini.
Sabato sera, dopo la polenta, c'è la notte “gialla”, con musica e, verso le 23, i fuochi d'artificio.
“Abbiamo voluto che il territorio potesse presentare tutti i prodotti tipici, non solo la polenta. E' questa la novità del raduno a Ponti. Al prossimo appuntamento con l'associazione polentari, che si terrà in una località ancora da svelare (verrà annunciato domenica, in chiusura della tre giorni) saremo presenti nuovamente con i prodotti del territorio”.
6/06/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
La Notte dei Ricercatori 2018
La Notte dei Ricercatori 2018
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri