Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Al Giardino Botanico inaugurato il Roseto Zonta

Il roseto è stato voluto per avviare i festeggiamenti per i diciotto anni di Zonta in provincia di Alessandria, un’associazione che di biennio in biennio accresce il suo impegno per l’empowerment femminile
ALESSANDRIA - In occasione della Giornata Internazionale della Donna, che per Zonta International è il Rose Day, Zonta Club Alessandria ha donato alla città un roseto. Come ha sottolineato l’assessore ai lavori pubblici, patrimonio, aree verdi Giovanni Barosini, la nuova installazione impreziosisce un’area verde che è già un’eccellenza alessandrina e che va maggiormente conosciuta e fruita. L’iniziativa fa parte degli eventi del Marzo Donna: sono quindi intervenute l’assessore alle Pari Opportunità Cinzia Lumiera, la presidente della Consulta Pari Opportunità Vittoria Poggio.

All’ingresso del Giardino Botanico “Dina Bellotti” fa ora bella mostra di se una stele in plexiglass con il logo Zonta che recita “Dal 1919 Zonta International migliora la vita delle donne. In Alessandria dal 2000. Rose Day, 8 marzo 2018”. Il roseto è stato voluto per avviare i festeggiamenti per i diciotto anni di Zonta in provincia di Alessandria. Un’associazione che diventa maggiorenne che di biennio in biennio accresce il suo impegno per l’empowerment femminile. Alla cerimonia ciascuna delle nove presidenti che si sono succedute dalla fondazione hanno consegnato al responsabile del Giardino Botanico, Angelo Ranzenigo, una pianta di rose gialle che verrà presto messa a dimora.

Ogni pianta rappresenta un momento del percorso a favore delle donne in Alessandria e provincia: nel primo biennio si iniziò con un sostegno alla Bios, associazione donne operate di tumore al seno, nell’ultimo biennio si collabora con Bios per il progetto “Sempre Belle, aiuto alle donne in chemioterapia” che sfocerà nella creazione della Banca della Parrucca. Nel secondo biennio Alessandria fu per tre giorni capitale europea delle donne avendo ospitato la District Conference, l’evento più importante che un Club possa organizzare nella sua storia. Il terzo biennio ha sancito l’impegno per l’erogazione di decine di borse di studio, il quarto l’impegno per la salute delle donne, rinnovato nei due bienni successivi. Nel biennio 2010-2012 la cultura ha fatto irruzione ed è nato il Concorso nazionale per cortometraggi a regia femminile. In quello successivo è partita da Alessandria per coinvolgere prima tutti i Club Zonta dell’Area e poi l’Italia, la campagna “Giù le mani dalle Donne” che ha avvicinato gli uomini, nei campi sportivi, nei palazzetti dello sport per un impegno comune contro la violenza sulle donne. Il penultimo ha visto il Club fortemente impegnato per il lavoro delle donne.

È la terza volta che Zonta dona alla città un’area fiorita, allestita con la pianta simbolo del Club: la rosa gialla. Dal 1999 la rosa gialla è simbolo di Zonta che nel 2019 compirà un secolo di storia dalla parte dei diritti delle donne.
13/03/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Lo spettacolo in carcere, ispirato a 900 di Baricco
Lo spettacolo in carcere, ispirato a 900 di Baricco
Sindaco e Imam alla festa di fine Ramadan
Sindaco e Imam alla festa di fine Ramadan
Festa di fine Ramadan 2018
Festa di fine Ramadan 2018
Alessandria: capitale della prevenzione oncologica
Alessandria: capitale della prevenzione oncologica
Casa delle Donne: luogo vivo e aperto alla città
Casa delle Donne: luogo vivo e aperto alla città
Stralessandria2018 le immagini della corsa quarto gruppo
Stralessandria2018 le immagini della corsa quarto gruppo
Cerimonia al cimitero di Alessandria
Cerimonia al cimitero di Alessandria
Bando Idealitu: aspettiamo le vostre idee!
Bando Idealitu: aspettiamo le vostre idee!
Commemorata la rivolta nel carcere di Alessandria
Commemorata la rivolta nel carcere di Alessandria