Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Approvato il nuovo Regolamento edilizio. M5S: "Non si risolvono i problemi degli anni '20 con soluzioni anni '90"

Dopo 67 anni il Consiglio comunale ha approvato il nuovo Regolamento edilizio di Palazzo Rosso. La discussione in aula si è concentrata su una serie di richieste di modifiche e aggiunte da parte del Quarto Polo e del M5S, in buona parte bocciate. Tra i principali temi: impianti fotovoltaici, ricariche auto elettriche e teleriscaldamento. Ma anche giardini verticali e recupero capannoni abbandonati....Astensione dal resto della minoranza
 ALESSANDRIA - Non veniva più messa mano al Regolamento edilizio dal 1951. Fino a pochi giorni fa, quando il Consiglio comunale con i voti favorevoli della maggioranza ha approvato il nuovo testo che nasce da un lavoro dei singoli comuni sulla base di un testo “tipo” della Regione. Astensione per il Pd, Moderati e Gruppo Dema e voto contrario di due forze di opposizione: Quarto Polo e Movimento 5 Stelle. Quelle due forze di minoranza che avevano proposto una serie di emendamenti, cioè di modifiche e aggiunte al testo, in buona parte bocciati più per motivazioni “tecniche” che non politiche.

“Mancanza di coraggio e di apertura verso la città, per avere una città più vivibile” per la capogruppo Oria Trifoglio che si era soffermata con i suoi tre emendamenti su temi quali “giardino verticale, incentivi comunali per utilizza tecnologie di energia rinnovabile su case e attività produttive e infine esproprio di capannoni abbandonati da oltre vent'anni per convertirli in aree verdi di uso pubblico”. Tutti temi “condivisibili” per l'assessore e vicesindaco Davide Buzzi Langhi, ma non “consoni” a livello tecnico e quindi “non accettati nemmeno dalla giunta”.

Di un regolamento “nato vecchio” parlano invece i 5 Stelle: per loro le bocciature sono arrivate sui temi della ciclabilità e sulla possibilità di inserire impianti fotovoltaico sui pergolati dei parcheggi: “E' stata rigettata la nostra proposta di incentivare pergolati fotovoltaici sui parcheggi degli edifici residenziali, cosi' come la nostra richiesta che la progettazione delle piste ciclabili venga fatta con linee guida avanzate, per evitare ciclabili interrotte a meta' o che fanno percorsi incredibilmente lunghi, con attraversamenti inutili e dannosi come e' successo fino ad oggi”. Poi ancora “abbiamo chiesto predisposizioni ai punti di ricarica elettrica nei garages privati di nuova costruzione (anche al di sotto delle 10 unità come scritto nel regolamento), un'operazione di basso costo ma in futuro fondamentale per tutti gli edifici residenziali: Bocciata”. Ma il fatto più grave per il Movimento è sul Teleriscaldamento: “ancora più grave che la giunta obblighi ogni nuova costruzione a predisporre un vano e gli allacciamenti per il teleriscaldamento, facendo un enorme favore al privato monopolista che gestirà il servizio. Gli edifici di nuova progettazione oggi devono rispettare delle prescrizioni energetiche tali da rendere inutile il teleriscaldamento, bastano delle pompe di calore che possono coprire il fabbisogno energetico ad emissioni zero e con il 90% di risparmio economico”. Insomma “tutte queste bocciature alle nostre proposte denotano un approccio novecentesco della giunta. Non si risolvono i problemi degli anni '20 con soluzioni anni '90” hanno concluso i pentastellati.

“Poco coraggio, ma con la presenza di alcune cose da salvare: come l'inserimento del piano colore per gli edifici del centro città e lo spazio riservato alle associazioni dei disabili all'interno della commissione edilizia”. Queste le caratteristiche del nuovo Regolamento che hanno fatto esprimere un voto di astensione al Pd, come ha ricordato il capogruppo Paolo Berta.
4/12/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi