Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Censimento inquilini Atc e aumento dell'iva: i sindacati chiedono chiarezza

Le single sindacali lanciano l'allarme su quella che considerano una sorta di imposizione da parte di Atc: l'automatismo di far sottoscrivere la presa d'atto relativa all'applicazione dell'iva in fase di censimento per chi abita una alloggio assegnato dall'Atc. "Non siamo contrati a priori, ma non può essere una forzatura, si apra un tavolo"
ALESSANDRIA - I sindacati non ci stanno, e hanno voluto sottolinearlo durante una conferenza stampa svoltasi venerdì 6 luglio: al centro del discorso si trova il censimento periodico che le Agenzie Territoriali per la Casa compiono per aggiornare i proprio canoni annunali e le situazioni reddituali degli utenti.

Solitamente i caaf e i sindacati partecipano a un bando per agevolare gli utenti, aiutandoli nella compilazione del censimento: quest'anno la scadenza per definire quali enti saranno abilitati alla compilazione (che partirà in autunno) scadrà lunedì 9 luglio, ma le sigle sindacati Sunia, Sicet, Uniat (che si occupano degli inquilini) e le segreterie di Cgil, Cisl e Uil sono pronte a tirarsi indietro, se l'Atc non accetterà di rinunciare a un automatismo inserito nel censimento, giudicato però scorretto dai sindacati. 

"Rispetto ai precedenti censimenti infatti quest'anno - spiegano i sindacati - a chi compilerà il questionario verrà richiesto, in automatico, di sottoscrivere la presa d'atto dell'esercizio di opzione d'Iva, vale a dire la possibile applicazione di un 10% d'iva ai contratti, con i fondi così ricavati da destinare alla manutenzione degli immobili. In realtà però non dovrebbe esistere automatismo in questo senso, e per come è impostato oggi il questionario non sarà possibile consegnare la documentazione completa rispetto al proprio censimento senza aver firmato questa presa d'atto". Una 'forzatura' che non è piaciuta ai sindacati, che chiedeno ora l'intervento della Regione, pur dichiarandosi disponibili a sedersi a un tavolo di trattativa sul tema: "alcuni distretti la applicano già da tempo, altri no, sappiamo che la situazione non è uniforme, ma chiediamo chiarezza. Al momento non c'è alcuna certezza che i fondi così raccolti vengano realmente vincolati alle manutenzioni degli immobili. I tempi per discuterne sono strettissimi, ma se l'Atc non farà un passo indietro sul bando, noi non parteciparemo". 

Secondo le stime dei sindacati, l'applicazione del 10% dell'Iva porterebbe un aggravio di costi per gli inquilibrini con riscaldamento autonomo (circa il 30% del totale), mentre potrebbe esserci qualche risparmio per gli altri. 

"E' il metodo che utilizzato da Atc che però è sbagliato, con un colpo di mano di vincola il censimento alla sottoscrizione di un'opzione che invece dovrebbe rimanere slegata e affrontata separatamente, facendo maggiore chiarezza sull'utilizzo dei fondi così raccolti". 
7/07/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano