Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Chi paga per l'agibilità in Cittadella? Summit tecnico per nuove regole

A settembre due manifestazioni hanno chiesto le caserme nella fortezza. Il Comune ribadisce che le verifiche statiche (e la responsabilità legale) siano a spese degli organizzatori. Mercoledì 20 un tavolo tecnico potrebbe chiarire una volta per tutte
 ALESSANDRIA - Gli organizzatori di Alecomics hanno fatto due conti (e due preventivi): se dovessero chiedere a proprie spese le certificazioni di agibilità degli edifici utilizzati – Montesanto, Giletti, bastioni – a settembre, non basterebbe un migliaio di euro.
Una spesa ingente per un'associazione senza scopo di lucro che da un evento importante come quello perlomeno non vorrebbe rimetterci. Palazzo Rosso e la Soprintendenza, per ora, non hanno cambiato idea: le spese per le verifiche statiche sono a carico degli organizzatori. Non importa se in pochi giorni riescano a portare migliaia e migliaia di persone ad Alessandria, riconoscenza e sicurezza sono due cose diverse.

Prima di AleComics un'altra manifestazione consolidata in Cittadella – a settimo anno – è in attesa di risposte: Sport e Benessere, con tante associazioni sportive impegnate per una grande festa dello sport e del benessere psicofisico ha bisogno della caserma Montesanto, l'8 e il 9 settembre. Che si fa, servono due certificazioni anche se gli eventi si svolgono a una settimana esatta di distanza? Se ne può fare una per tutti? Non può il Comune rendere una volta per tutti agibile (o inagibile) quelle strutture per chiudere definitivamente la questione?

Sono tanti i punti interrogativi a cui il 'tavolo tecnico' convocato nella mattina di mercoledì 20 dovrà rispondere, per far chiarezza una volta per tutte – in colpevole ritardo – su chi fa cosa, nella speranza che i (quasi) volontari che organizzano eventi di grande interesse per tutto il tessuto alessandrino non siano costretti a costose certificazioni su beni, sì da loro utilizzati, ma di proprietà e gestione d'altri.

Stesso discorso per la Valfré. Un'associazione sportiva che chiedeva di poter eventualmente usare una palestra in caso di maltempo per una propria manifestazione ha sentito lo stesso disco: pagatevi l'agibilità.

Sportivi e fumettari, l'attesa è quasi finita.
18/06/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Operazione Borderline
Operazione Borderline