Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Società

Consegnata la seconda tranche di aiuti alessandrini: “L'ospedale di Makhmur ora ha le mura”

La delegazione italiana, tra cui alcuni alessandrini, sono rientrati nel giorni scorsi dalla missione nel Kurdistan iracheno dove hanno consegnato 20 mila euro: “5 mila serviranno per i medicinali di prima urgenza, 15 mila per portare avanti il progetto dell'ospedale”
ALESSANDRIA – Parlano con la pacatezza Gianni Caruso, Antonio Olivieri e Franco Casagrande, rientrati da pochi giorni dalla missione umanitaria organizzata dall'associazione “Verso il Kurdistan”, nel Kurdistan iracheno. Hanno visto la disperazione, ma anche la speranza, la povertà ma soprattutto la dignità del popolo profughi e dei rifugiati che stanno fuggendo dalla repressione dell'Isis. Hanno portato un aiuto, concreto: 20 mila euro raccolti anche grazie alla solidarietà degli alessandrini. “Quindicimila euro saranno destinati al finanziamento dell'ospedale del villaggio di Makhmur, 5 mila per l'acquisto di medicinali”, spiega Antonio Olivieri.
Fino allo scorso anno dell'ospedale c'erano solo le fondamenta. Poi la zona fu occupata dalle milizie islamiche e tutto si fermò. Da settembre la situazione si è lentamente normalizzata e i lavori sono ripresi: “ora si iniziano a vedere i muri dell'ospedale. Noi abbiamo consegnato la somma che servirà per coprire parte dei costi del materiale”, racconta Gianni Caruso.
Durante la visita nel Kurdistan iracheno la delegazione italiana, composta da una ventina di persone (nella foto in basso a destra), ha potuto anche incontrare i rappresentanti delle istituzioni e dell'Onu.
“La situazione è critica. Nella zona irachena del kurdistan, dove c'è un sistema di convivenza pacifica tra etnie e religioni diverse, si sono rifugiati oltre un milione e trecentomila profughi provenienti dalle altre aree del Kurdistan, quella siriana in particolare. Teniamo conto che la popolazione della zona irachena è di 5 milioni di abitati. Quindi l'impatto di oltre un milione di persone è notevole. Sono al momento ospitati in palazzi in costruzione o supermercati. Non c'è acqua potabile. Gli stessi rappresentanti dell'Onu hanno detto chiaramente che ci sono 160 mila persone che non sono mai stati raggiunti da aiuti di nessun tipo. C'è estrema preoccupazione per quel che potrà accadere durante l'inverno.”
Caruso, Olivieri e Casagrande hanno anche incontrato una piccola comunità cristiana perseguitata: “sono circa 1 500 persone, stipate in un supermercato, c'è il rischio di diffusione di malattie e c'è chi, per paura, non riesce neppure più a parlare”.
Non si arresta, quindi, il lavoro dell'associazione Verso il Kurdistan. Sono già in programma nuove iniziative per la raccolta fondi, per consentire la prosecuzione della costruzione dell'ospedale di Makhmur.
E' in corso la vendita di clementine biologiche, provenienti da Rosarno, il cui ricavato andrà a finanziare il progetto ospedale. L'offerta minima per una cassetta di 4 chilogrammi è di 10 euro. Le prenotazioni delle cassette si possono effettuare presso la sede dell'associazione Verso il Kurdistan, via Mazzini 118 Alessandria oppure telefonicamente chiamando Lucia (333/5627137) o Antonio (335/7564743)
Altra iniziativa è una cena a base di bagna cauda che si terrà sabato 8 novembre, ore 20, alla Ristorazione Sociale di viale Milite Ignoto (menu: flan di zucca, peperoni ripieni, vitello tonnato, bagna causa, bunet. Il costo è di 22 euro a persona tutto compreso). Il ricavato servirà a sostenere le famiglie dei detenuti politici curdi in Turchia attraverso il progetto “Oltre le sbarre”. Sono 12 mila i detenuti politici nelle carceri lager della Turchia.
31/10/2014

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
La Notte dei Ricercatori 2018
La Notte dei Ricercatori 2018
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri