Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Cuttica sugli stranieri in città: "proseguiremo con lo Sprar, meglio il Comune alle cooperative"

Il sindaco rinnova l'impegno della città a portare avanti il progetto di accoglienza già in corso, pur chiudendo la strada a nuovi arrivi: "Alessandria ha già fatto la sua parte". E i 210 mila euro del 'bonus gratitudine' potrebbero diventare vitali per la città, ecco perché...
ALESSANDRIA - Il progetto Sprar per la città, partito nel 2016 con la disponibilità offerta al Ministero di accogliere 25 richiedenti asilo (con capofila la cooperativa Cambalache, scelta come partner dal Comune), proseguirà anche in futuro, garantendo continuità agli impegni d'integrazione offerti finora da Palazzo Rosso. 

A comunicarlo è il primo cittadino, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, che tiene però a precisare come l'impegno del Comune riguardi le persone già ospitate, rifiutando l'ipotesi di ampliare i numeri dedicati all'accoglienza, almeno nel prossimo futuro: "i richiedenti asilo che ci sono restano, ma non uno di più. Chi si trova in città è meglio che sia seguito dal Comune piuttosto che ritrovarsi in mano alle cooperative. Sarebbe una contraddizione in termini se, dopo aver avviato lo Sprar, il Comune oggi si tirasse indietro". 

Alessandria ha lavorato in questi anni per garantire percorsi d'integrazione efficaci ai richiedenti asilo ospitati, ottenendo anche risultati di grandi prestigio, con eco a livello nazionale e internazionale. Tra questi il progetto per l'inserimento professionare "Bee my job,  avviato con il contributo della Fondazione SociALè stato oggetto di diversi riconoscimenti e segnalazioni in Italia, dando vita a piani di emulazione anche in altri comuni (sebbene, proprio in città, le attività della cooperativa siano state più volte colpite da danneggiamenti e furti).
La cooperativa è stata inoltre convocata a Ginevra,
nel contesto dell'incontro mondiale dedicato alle ong partner dell'UNHCR - Agenzia ONU, dal titolo: “Putting People First”. 

Alcuni mesi fa il sindaco Gianfraco Cuttica era stato criticato da alcuni cittadini (e anche sostenitori della Lega Nord) per aver voluto portare il saluto istituazionale alla Festa di Fine Ramadan tenutasi in città da parte della comunità islamica, un gesto di rispetto e di impegno nel segno dell'integrazione in città anche fra credo religiosi differenti. 




Intanto Palazzo Rosso ha ricevuto la buona notizia dello stanziamento in favore del Comune di 210 mila euro da parte del Ministero, grazie al "bonus gratitudine", versato dallo Stato a tutti i municipi che hanno scelto di accogliere in passato dei migranti (la decisione di dare vita allo Sprar di deve all'amministrazione precedente, guidata da Rita Rossa).  

La somma, come precisato in una nota dello stesso Ministero, non ha alcun vincolo e potrebbe quindi essere impiegata dalla giunta Cuttica come meglio crede: "direi che tutti i fondi che è possibile incamerare in questo periodo sono quantomai preziosi - precisa il primo cittadino - e serviranno per evitare di sforare il patto di stabilità, attenzione massima che dobbiamo avere per evitare conseguenze gravi per tutta la città. 
18/08/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Il crollo del viadotto Morandi a Genova