Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Giovani, italiani e incivili

Ogni maledetto fine settimana va in scena l'eterna lotta fra chi 'si vuole divertire a tutto volume' e chi è a letto e vorrebbe semplicemente dormire. Sono i nostri figli che frequentano i locali e che quando la serata volge al termine proseguono la festa sotto le finestre delle case vicine. Ma ci sono anche i danneggiamenti...
ALESSANDRIA - Ogni venerdì e sabato sera (ma in alcune zone il tormento inizia il giovedì) gruppetti di ragazzi, spesso alterati dall'abuso di alcol, tengono in scacco con schiamazzi e musica a tutto volume tanti concittadini che vorrebbero dormire. Scene di ordinaria incivilità che a più riprese ci vengono segnalate dai lettori, sfiniti da episodi che se probabilmente si ripetono simili da generazioni e generazioni non sono per questo meno fastidiosi. 

L'ultima protesta ci arriva da un lettore che scrive alla mail di redazione: "vorrei segnalare al vostro giornale una situazione di degrado in città prodotta da un locale in zona Pista. Dal giovedì al sabato sera il locale (che sarebbe un pub-ristorante) si trasforma in una sorta di discoteca dove la gente continua a giungere fino all'1 e mezza di notte nonostante il locale ufficialmente chiuda alle 2. Capirete come sia un disagio per gli abitanti delle palazzine adiacenti del complesso Alessandria 2000 di via San Giovanni Bosco, sentire schiamazzi e musica da discoteca, nonchè colpi di clacson a quell'ora della notte. Il locale si svuota totalmente entro le 3 ma sovente restano capannelli di persone vocianti e spesso alterate a continuare la "baldoria". Il mattino successivo poi si notano cartacce, bottiglie rotte nel parcheggio e nei parchetti adiacenti. Vorrei sapere se è possibile fare qualcosa contro questa situazione".

Ma non è un caso isolato: lo sanno bene le persone che vivono in Spalto Borgoglio e nelle zone adiacenti, che ogni venerdì e sabato vengono tenute sveglie anche fino alle 4 del mattino da chi, spesso appena maggiorenne, ha terminato la serata in un noto locale lì vicino. Dalle voci e dalle parole pronunciate sovente urlando, sebbene in piena notte, non ci sono dubbi: sono ragazzi italiani, i nostri figli, che vivono la loro "movida" incuranti dei fastidi arrecati a genitori e nonni che vivono negli alloggi circostanti. 

A questo va sommato il capitolo danneggiamenti notturni che, almeno in alcune zone, ha superato la soglia di qualsiasi tolleranza. E' il caso proprio di Spalto Borgoglio, già più volte segnalato, ma dove gli atti vandalici non sono mai terminati (l'ultimo caso è stato quello di almeno uno specchietto rotto nel weekend appena terminato).
Se i due fenomeni non possono essere direttamente associati (il disturbo della quiete pubblica e i danneggiamenti), per i residenti sono comunque due danni che si sommano, e si ripetono da tempo infinito, portando oltre la soglia di sopportazione la frustrazione e la sfiducia nelle istituzioni. 

Tante volte ci lamentiamo per l'inciviltà "degli stranieri", del fatto che "non c'è più rispetto per gli italiani", ma dimentichiamo questo odioso fenomeno. Alessandria deve continuare a essere una città dove i giovani si possano divertire, e, da che mondo è mondo, qualche eccesso di volume da ragazzi sarà capitato di commetterlo a tanti di noi, ma quando la situazione diventa ingestibile e continuativa, come ormai è quella attuale, viene da domandarsi, come fa il nostro lettore, cosa sia possibile fare per risolvere il problema. 

I nostri nonni avrebbero forse risolto la questione con qualche gavettone dalle finestre, ma i recenti, e tragici, fatti di cronaca dimostrano quanto sia ormai pericolosa la scelta di scendere in strada e affrontare i disturbatori in prima persona. Che fare dunque? 
16/05/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione
Inaugurato il Cappellaio Magico di Lodola
Inaugurato il Cappellaio Magico di Lodola
Inaugurato il nuovo stabilimento Gualapack in Ucraina: produrrà imballaggi dedicati ad alimenti per l'infanzia
Inaugurato il nuovo stabilimento Gualapack in Ucraina: produrrà imballaggi dedicati ad alimenti per l'infanzia
Il primo consiglio comunale di Cuttica sindaco
Il primo consiglio comunale di Cuttica sindaco
Presentate le nuove maglie dell'Alessandria per la stagione 2017/2018
Presentate le nuove maglie dell'Alessandria per la stagione 2017/2018
Dopo il temporale, i primi danni con crollo alberi e rami
Dopo il temporale, i primi danni con crollo alberi e rami
Cuttica presenta la sua giunta
Cuttica presenta la sua giunta
Centauri 2017: oltre 7 mila motociclisti per la 72esima parata
Centauri 2017: oltre 7 mila motociclisti per la 72esima parata
 Cavalchini (Verdi): rifiuti, migranti, energia e green economy, i nostri obiettivi
Cavalchini (Verdi): rifiuti, migranti, energia e green economy, i nostri obiettivi
Lavori in corso allo stadio Moccagatta
Lavori in corso allo stadio Moccagatta