Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Il rock di Radio West, 14 anni di rivoluzione mandrogna in un libro

E' in libreria 'Alza il volume', la storia narrata dai protagonisti dell'emittente radiofonica alessandrina. Personaggi, aneddoti, curiosità ed un bel po' di storia locale per non dimenticare una bella avventura d'altri tempi
 ALESSANDRIA - Che ne sanno i giovani di com’erano gli anni delle radio libere, ora che la musica si ascolta col telefonino. Che ne sanno della voglia di libertà che aleggiava tra le consolle e i vinili e delle nottate di giovani che attraverso la musica volevano spaccare il mondo. Forse leggendo un libro usicto in queste settimane, i giovani, potrebbero almeno immaginare lo spirito rock dei genitori. "Alza il volume - Il sogno rock di Radio West", è stato scritto da Paolo Tolu e da Bruno "Svisa" Annaratone, edito da LineLab edizioni di Alessandria.

Negli anni, appunto, delle radio libere, West voleva cambiare il mondo partendo da Alessandria – è già difficile farlo oggi, immaginate negli Anni ‘80 – a suon di musica, quando le frequenze erano usate maggiormente per proclami politici o per fare business. Quei ‘bravi ragazzi’ che hanno visto gli States ed hanno ‘studiato’ la musica vera hanno inseguito un sogno e perseverato nella vogli si far rocckeggiare la Città di Gagliaudo, finché si è potuto.

Il libro ripercorre la storia di Radio West dal primo giorno in cui è andata in onda, il 13 luglio 1982, fino al 2 ottobre 1996. ha trasmesso ad Alessandria prima dagli scantinati di via Alessandro III, poi, dal 1986, da corso Teresio Borsalino. “Alza il volume” ne ripercorre gli antecedenti americani e il successivo cammino alessandrino. Il libro ha origine da un’idea di Bruno Annaratone, meglio conosciuto come Svisa, uno dei quattro fondatori insieme a Dedè Vinci, Massimo Cannarella e Marco Olivieri. E colui che, al fianco di Vinci, ne ha seguito la parabola fino alla chiusura, post alluvione

L’intento è quello di non dimenticare e non far dimenticare la partensei ‘westiana’ e tutto ciò che è rappresentato per tanti alessandrini e per tutta la città.
15/07/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi