Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Movimento per la Casa: "Anno nuovo, buone vecchie abitudini"

Il Movimento per la Casa torna a bloccare sfratti in città e chiede la riapertura del tavolo del Comune, dopo il passaggio di deleghe fra assessori: prima Rolando, poi Straneo, ora Ciccaglioni
ALESSANDRIA - Il 2018 si apre con la consueta situazione difficile per le tante persone sotto sfratto in città e per i piccoli proprietari che subiscono sovente le occupazioni di chi non riesce più a pagare l'affitto ma non ha un'altra soluzione a disposizione. 

Dal Comune è stato recentemente annunciato il nuovo bando per l'edilizia sociale, soluzione sicuramente importante per alcuni, ma che non prevede la possibilità di accesso a chi, trovandosi in difficoltà, ha occupato un alloggio dell'Atc o si è trovato in situazione di morosità pregressa non sanata nei confronti dell'Agenzia Territoriale per la Casa. 

Il Movimento Per la Casa, costituito dai ragazzi del Laboratorio Sociale di via Piave, è tornato con il nuovo anno a bloccare gli sfratti e provare a "tamponare l’emergenza abitativa, causata dalla mal gestione delle politiche per la casa, che colpisce questa città da anni", secondo quanto riportato dall'ultimo comunicato stampa del gruppo. 

"Gepi, sua moglie, e i loro due figli piccoli hanno, infatti, ottenuto, grazie al rinvio dello sfratto di martedì 16 gennaio, ancora qualche mese di tranquillità. Questa famiglia, come molte altre in città, - raccontano dal Movimento della Casa - vive costantemente il rischio di uno sfratto perchè si è trovata costretta ad occupare uno dei tantissimi appartamenti lasciato colpevolmente vuoto e in stato di abbandono dall’Atc. Era l’unica alternativa alla vita in strada. Rinviando lo sfratto abbiamo preso un po’ di tempo, ma non basta. Deve essere garantita una soluzione per chi vive questa situazione e fino a che la politica non si prenderà carico di questo problema ci presenteremo ad ogni passaggio dell’ufficiale giudiziario come abbiamo sempre fatto".

"Le soluzioni per migliorare notevolmente e tentare di risolvere la situazione delle emergenze abitative ci sono e le abbiamo presentate il 6 ottobre scorso al sindaco, che le ha valutate insieme all’allora assessora di competenza Silvia Straneo aprendo con noi un tavolo di trattativa. Da quando però la “patata bollente” dell’assessorato alle politiche abitative e sociali è passata in mano a Pier Vittorio Ciccaglioni (nella foto), non abbiamo ancora potuto organizzare un nuovo incontro per proseguire il confronto intrapreso. Nel frattempo - spiegano con fermezza gli attivisti - continueremo a fare ciò che ci viene spontaneo: bloccare gli sfratti per garantire un tetto alle famiglie". 
21/01/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Vittorio Sgarbi ad Alessandria
Vittorio Sgarbi ad Alessandria
Housing Sociale San Michele: ecco a che punto è il cantiere
Housing Sociale San Michele: ecco a che punto è il cantiere
Anteprima della mostra Il Giorno del Ricordo - la tragedia delle Foibe
Anteprima della mostra Il Giorno del Ricordo - la tragedia delle Foibe
Un nodo blu contro il bullismo - le scuole unite nella manifestazione
Un nodo blu contro il bullismo - le scuole unite nella manifestazione
Alessandria-Robur Siena 1-1. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1. Il dopo partita
Alessandria-Robur Siena 1-1. Il dopo partita
Livorno-Alessandria 0-1. Il dopo gara
Livorno-Alessandria 0-1. Il dopo gara
Mostra di Chagall - Oltre il Paesaggio in Biblioteca Civica
Mostra di Chagall - Oltre il Paesaggio in Biblioteca Civica
I ciclisti non sono cittadini di serie B, chiedono gli stessi diritti di tutti gli utenti della strada
I ciclisti non sono cittadini di serie B, chiedono gli stessi diritti di tutti gli utenti della strada
Alessandria-Pro Piacenza 1-0. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Pro Piacenza 1-0. Le foto di Gianluca Ivaldi