Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Serravalle Scrivia

"Disponibili al confronto con i sindacati": McArthurGlen spegne le polemiche

All'Outlet di Serravalle Scrivia si respira di nuovo aria di crisi tra i sindacati e la McArthurGlen. "Non registriamo nessun risultato positivo", hanno detto Cgil, Cisl e Uil. L'azienda è di diverso avviso: "L'incontro con i rappresentanti dei lavoratori è stato proficuo, siamo disponibili a proseguire il confronto"
SERRAVALLE SCRIVIA – All’Outlet di Serravalle Scrivia si respira di nuovo aria di crisi tra i sindacati e la McArthurGlen. «L’atteso incontro di settembre non ha prodotto alcun avanzamento e non registriamo nessun risultato positivo», hanno commentato le segreterie provinciali di Cgil, Cisl e Uil al termine della riunione con la società che gestisce il centro commerciale.

Un giudizio che ha spinto la direzione di McArthurGlen Serravalle a rompere il consueto riserbo: l’azienda in una nota ha scritto di aver appreso «con stupore» quanto sostenuto dai sindacati, che avrebbero descritto «una situazione difforme da quanto effettivamente avvenuto».

I rappresentanti dei lavoratori avevano presentato all’azienda una piattaforma di rivendicazioni molto concrete che «potessero migliorare le condizioni di lavoro e di vita delle migliaia di persone che operano all’Outlet». Dalle aperture festive agli orari di lavoro, dall’applicazione regolare dei contratti nazionali ai ticket, dalle aree di parcheggio riservate ai dipendenti alla realizzazione di un asilo per i bimbi delle lavoratrici del centro commerciale.
«Ma da parte di McArthurGlen è giunto un deciso stop a ogni ipotesi di accordo sindacale – riferiscono Cgil, Cisl e Uil – L’unica disponibilità è quella di mantenere esclusivamente un livello di relazione formale, rispettando gli obblighi minimi previsti dalla contrattazione nazionale, nulla di più. Ben poca cosa rispetto alla piattaforma che avevamo approntato».

Al contrario, secondo McArthurGlen, «nell’ultimo incontro si è creata una situazione di reciproco scambio informativo, propedeutica alla costruzione di relazioni sindacali costruttive e proficue. La direzione conferma la sua posizione di dialogo e di impegno in questo senso».

Cgil, Cisl e Uil hanno comunque richiesto il coinvolgimento delle istituzioni territoriali e in particolare del Prefetto di Alessandria, «per denunciare la crisi di relazioni sindacali».
14/10/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Il crollo del viadotto Morandi a Genova