Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Riapre il Museo di Marengo: "dovrà ricoprire un posto importante in Europa"

Venerdì 8 dicembre 2017 ‘Marengo Riapre’ con un evento culturale e di animazione nelle sale del Museo che vuole segnare un punto di ripartenza e di rinascita del complesso culturale
ALESSANDRIA - E' stata firmata la nuova convenzione che consentirà di riaprire il Marengo Museum, con una grande iniziativa che si terrà venerdì 8 dicembre e sarà l'inizio di una serie di attività volte a mantenere fruibile e vivo il polo museale, con "l'obiettivo di garantirgli il posto che meriterebbe, vale a dire di rilevanza internazionale" come ribadito più volte dai diversi partecipanti alla conferenza di presentazione, tenutasi a Palazzo Ghilini lunedì 4 dicembre. 

L'accordo riguarda la Provincia, proprietaria del museo, e il Comune di Alessandria, che ne otterrà la gestione in comodato d'uso almeno fino al 2022 (ma con tutte le premesse perché la convenzione venga rinnovata).  

Venerdì 8 dicembre dunque ‘Marengo Riapre’ con un evento culturale e di animazione nelle sale del Museo che vuole segnare un punto di ripartenza e di rinascita del complesso culturale.

A partire dalle ore 17 in Auditorium, avrà luogo la riapertura ufficiale con i saluti del Sindaco di Alessandria Gianfranco Cuttica di Revigliasco e del Presidente della Provincia di Alessandria Gianfranco Lorenzo Baldi. A seguire, lo scrittore Giulio Massobrio, grande esperto ed appassionato di storia napoleonica interverrà sul tema del ‘mito’ di Marengo.
A seguire, sempre in Auditorium le note dell’arpa di Michela Maggiolo e la splendida voce del tenore Vittorio Dante Ceragioli allieteranno il pubblico con un breve concerto con musiche dell’epoca.

A seguire ci si trasferirà nelle Sale del Museo, ove i giovani artisti de Lo Stabilimento delle Arti, nuova realtà artistica alessandrina, facente capo alla prof.ssa  Michela Maggiolo animeranno le Sale del Museo con spettacoli brevi che si ripeteranno durante tutto il pomeriggio fino alle ore 20.
Saranno presenti in Auditorium e all’interno della piramide i rappresentanti della 59 demi brigade in uniforme napoleonica.

L’evento è organizzato con la regia ed il coordinamento dell’Associazione Cultura Viva ed in collaborazione con l’azienda Costruire Insieme.

Per l'occasione tutta la cittadinanza è invitata a partecipare e la visita al museo sarà gratuita per tutti. 

"I ringraziamenti per il sostegno economico dell’iniziativa sono rivolti al Gruppo Amag ed in particolar modo all’Ing. Mauro Bressan, amministratore delegato, al ‘Polo delle Auto’ di Spinetta Marengo (Bolidea di Pico Maccario e Marco Pozzo, Resicar di Roberto Siri, Alessandria Auto di Giorgio Ercole) che in sinergia, hanno creduto al progetto di rilancio culturale del Marengo Museum ed a Spaltra, l’Altra Spa di Geromina Benso, imprenditrice locale di istituti di bellezza e centri estetici attivi su tutto il territorio provinciale" - come sottolineato dagli organizzatori, che accolgono con piacere l'interesse di realtà privata a sostenere l'iniziativa: "L’arte si sposa, per un giorno, con la bellezza e il dinamismo dei motori, con quell’energia che ben si confà allo spirito delle battaglie delle grandi vittorie. Un buon auspicio per la riapertura del complesso museale di Marengo".

Il Museo resterà aperto il sabato e la domenica, più i giorni festivi e prefestivi, dalle 15 alle 19 (ad eccezione di Natale e Capodanno), ma sarà visitabile anche al mattino dalle scuole su appuntamento, e le stesse potranno fruire anche di specifici laboratori didattici. 

Durante l'anno saranno poi previsti una serie di eventi speciali, a partire, a giugno, dalla storica rievocazione della battaglia. 

Il biglietto d'ingresso costerà 5 euro intero e 3 euro ridotto, destinato ai visitatori fra i 12 e i 18 anni, oppure che he hanno più di 65, studenti universitari fino a 30 anni, gruppi di almeno 12 persone. Avranno ingresso gratuito invece i giornalisti iscritto all'ordine, i minori di 12 anni, gli abbonati al circuito museale Torino Piemonte, le persone con disabilità con accompagnatori e gli insegnanti che porteranno classi per i laboratori. Sarà anche possibile concordare visite guidate a 50 euro disponibili e con orari da fissare. 

I costi di gestione e manutenzione per la struttura saranno intorno ai 65-70 mila euro l'anno, a cui vanno aggiunti gli stipendi del personale di Costruire Insieme che gestirà la struttura per conto del Comune, e che rientrano comunque fra le mansioni del contratto di servizio già in essere (e da poco rinnovato). L'accordo fra Provincia e Comune riguarda la gestione del Museo e del parco, ma non appena si avrà conferma del pieno finanziamento del Bando Periferie e dei dettagli del progetto accolto che riguarda quell'area, l'accordo potrà essere rivisto per facilitarne la realizzazione. 
5/12/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Premio “Franco Marchiaro”: Griseri, Massone e Prato sono i vincitori
Premio “Franco Marchiaro”: Griseri, Massone e Prato sono i vincitori
Enzo Paci a SettimoCielo
Enzo Paci a SettimoCielo
“Se stasera siamo qui”: lo spettacolo per l'inaugurazione della mostra
“Se stasera siamo qui”: lo spettacolo per l'inaugurazione della mostra
Alessandria in merda
Alessandria in merda
Alessandria si accende : ecco le luminarie di Natale
Alessandria si accende : ecco le luminarie di Natale
Piacenza-Alessandria 3-2. Il dopo partita
Piacenza-Alessandria 3-2. Il dopo partita
Polizia Penitenziaria protesta davanti alla casa circondariale Catiello Gaeta
Polizia Penitenziaria protesta davanti alla casa circondariale Catiello Gaeta
Manifestazione della Polizia Penitenziaria, situazione insostenibile in Alessandria
Manifestazione della Polizia Penitenziaria, situazione insostenibile in Alessandria
Alessandria-Viterbese, le foto del post partita
Alessandria-Viterbese, le foto del post partita
I Grigi tornano a casa con una serata di gala
I Grigi tornano a casa con una serata di gala