Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Tenta di rubare al Gelso: fermata da un'infermiera e arrestata dai Carabinieri

Sottrae la chiave dell'armadietto di un'infermiera ma viene sorpresa e reagisce spintonandola e prendendola per i capelli. Arrestata per tentata rapina
ALESSANDRIA - I Carabinieri hanno arrestato per tentata rapina impropria una donna di 35 anni, pregiudicata. Una gazzella è intervenuta la sera del 29 aprile all'Hospice il Gelso perché un’infermiera aveva bloccato una ladra all’interno degli spogliatoi. All’arrivo dei militari, la donna fermata era molto agitata e aveva un atteggiamento aggressivo e poco collaborativo. Dopo averla bloccata i Carabinieri hanno ricostruito quanto capitato nella struttura sanitaria: la donna era già stata notata in precedenza aggirarsi nei corridoi con fare sospetto. È stata poi vista uscire dai locali cucina e, a richiesta delle infermiere su cosa stesse facendo, ha risposto che doveva fare visita a un parente del quale però non ricordava il nome.

Capito che probabilmente era lì con intenzioni diverse, un’infermiera si è insospettita ed è andata in cucina, verificando che mancava proprio la chiave del suo armadietto custodita all’interno di una piccola borsa. Si è precipitata nel seminterrato ove è ubicato lo spogliatoio del personale e, appena entrata, ha notato la donna china all’interno del suo armadietto che era stato aperto con la chiave rubata poco prima all’interno della cucina. La donna, sorpresa dalla presenza dell’infermiera, ha chiuso l’armadietto e ha cercato di scappare dagli spogliatoio, ma l’infermiera si è messa davanti alla porta e ha chiamato i Carabinieri, bloccando la via di fuga alla ladra. La donna per cercare di spostare l’infermiera l'ha spintonata più volte, arrivando a prenderla per i capelli, ma non è riuscita nell’intento perché bloccata dalla vittima e da altro personale che intanto era arrivato.

L’infermiera, dopo l’arrivo dei carabinieri che ha bloccato definitivamente la donna, ha verificato che la sua borsa era stata aperta e rovistata e anche il portafogli era stato aperto, ma non aveva potuto prendere denaro perché il portafoglio era vuoto. L’infermiera è stata successivamente portata al pronto soccorso per curare le ferite riportate nella colluttazione, per una prognosi sei giorni per contusioni al polso, alla spalla e al cuoi capelluto, mentre la donna veniva arrestata per tentata rapina impropria e accompagnata al carcere di Vercelli in attesa della convalida dell’atto. 
30/04/2015

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa