Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Troppi clienti 'noti', chiuso per tre giorni un bar del centro

In via Plana, secondo la Polizia, un bar era diventato il punto di riferimento di pregiudicati e persone poco raccomandabili. Così il Questore ne ha deciso la chiusura temporanea per riportare un po' più di sicurezza
 ALESSANDRIA - Tre giorni di chiusura forzata decisa dal Questore di Alessandria. Il bar Lidia di via Plana 94si è visto reevocare temporaneamente la licenza "a seguito di numerosi interventi effettuati dalle Forze di Polizia in cui è stata accertata la costante presenza di numerosi pregiudicati per diverse tipologie di reati sia contro la persona e il patrimonio che inerenti alla normativa sugli stupefacenti nonché cittadini stranieri privi di permesso di soggiorno".

Detto in poche parole, visto che il locale era usato come luogo abituale di ritrovo e punto di riferimento di pregiudicati è scattato il provvedimento di pubblica sicurezza per riportare un po' più di tranquillità tra gli abitanti delle vie del centro. 
16/07/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali