Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

"Una città per tutti, anche per noi?": una mappa che segnala tutte le realtà che si occupano di "disabilità"

Nella Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità del 3 dicembre l'amministrazione comunale insieme alle realtà associative e istituzionali che operano per la disabilità hanno presentato le iniziative messe in campo in questi giorni. La novità è la distribuzione di una "mappa" che segnala la presenza di tutte queste realtà sul territorio comunale e l'inaugurazione di una mostra "Una città per tutti? Anche per noi?"
 ALESSANDRIA - La data del 3 dicembre quale “Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità” è stata indicata (con la Risoluzione 47/3) dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1981 – Anno Internazionale delle Persone Disabili – per promuovere una più diffusa e approfondita conoscenza sui temi della disabilità, per sostenere la piena inclusione delle persone con disabilità in ogni ambito della vita e per allontanare ogni forma di discriminazione e violenza. Alessandria si inserisce celebrando la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità con una serie di obiettivi e di iniziative — un vero e proprio carosello di eventi predisposti dalle singole Associazioni alessandrine, insieme alle Istituzioni e all'amministrazione comunale. Molte iniziative si sono già svolte nel fine settimana e nella giornata di lunedì, mentre altre si svilupperanno il 14 e 15 dicembre: presso il Ristorante Pizzeria “Il mondo di Bua” (Strada Oviglio 428 - Castellazzo Bormida – AL), la SSD VOLARE (tennis in carrozzina) organizza un “giro-pizza sociale” mentre il 15 dicembre alle ore 15 al Teatro Parvum ci sarà la “Festa di Natale” (ad ingresso libero e gratuito) organizzata da: A.PRO.VA, Associazione Amici ed ex Allievi del Liceo Scientifico, Gli Amici di Lucia e la partecipazione di AIAS con il suo Presepe Vivente.

La grande novità su cui si è focalizzata l'amministrazione comunale per la Giornata 2018 - con il coordinamento dell’Ufficio del Disability Manager Comunale, con il contributo del CSVAA di Alessandria Asti e il coinvolgimento del Centro Down di Alessandria – è la realizzazione di una “mappa” di Alessandria con evidenziate le sedi delle Associazioni e dei Servizi Pubblici per la disabilità elencati nel retro della mappa stessa. Si tratta di una “preziosa” cartina topografica che verrà distribuita presso gli Studi dei Medici di famiglia e dei Pediatri e nelle Farmacie per fornire in modo efficace una serie di informazioni fondamentali, ad oggi poco presenti in forma così sistematica e di facile consultazione. “E forse è necessario anche negli ambulatori e nel contesto ospedaliero” come ha aggiunto Antonio Maconi, in qualità di segretario Ordine dei Medici e Odontoiatri della provincia di Alessandria. La ragione di questo strumento informativo sta nell’esigenza di rendere il più possibile fruibile a tutta la comunità cittadina l’elenco dettagliato di tutti quei servizi, associativi e pubblici, di sostegno alle persone con disabilità e alle loro famiglie che fanno di Alessandria una città molto performante da questo punto di vista, in termini di supporti e sussidi che meritano di essere sempre più conosciuti e utilizzati. “Il senso di una comunità vivace e dinamica — ha dichiarato il Sindaco di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco — lo si coglie appieno quando si è in grado di mettere a fuoco l’attenzione che tale comunità rivolge verso coloro che, a parità di diritti, necessitano di un sostegno in più, affinché vivano pienamente i propri diritti di cittadinanza. Sotto questo profilo, Alessandria c’è ed è presente con una serie di strumenti, servizi e, vorrei aggiungere, di sensibilità istituzionali e associative che sanno tradurre la raccolta delle necessità in offerta di strumenti precisi e di risposte chiare ed efficaci. Certamente, il divario tra ciò che si vorrebbe e ciò che realmente si riesce a concretizzare in questi ambiti tematici rimane sempre ampio. Tuttavia, l’Amministrazione Comunale di Alessandria sente come particolarmente importanti gli obiettivi della piena inclusione delle persone con disabilità in ogni ambito della vita”. “ A questo riguardo, non posso non sottolineare infine l’importante progetto di carattere culturale che la nostra Amministrazione ha condiviso nella primavera di quest’anno con l’Università del Piemonte Orientale attraverso la promozione del Corso di perfezionamento in Disability Management presso la sede alessandrina dell’Università con l’obiettivo di formare a lavorare per le persone con disabilità, agevolando al contempo le relazioni interpersonali e sviluppando competenze e professionalità nuove, di alto profilo sociale”.

Una figura che ha il compito di “formare una cultura della disabilità, sia collegando tra loro le associazioni che le istituzioni e quindi di conseguenza di fare rete” come ha spiegato l'architetto Paola Testa, Disability Manager del Comune di Alessandria. “Quello che è difficile fare è proprio la comunicazione tra realtà: per la formazione è nato il corso universitario. Poi i tanti progetti in atto per l'eliminazione delle barriere che non sono solo architettoniche, ma anche cognitive”. E infine il sogno del Disability Manager: “un tavolo permanente sulla disabilità alla presenza di volta in volta delle diverse associazioni e realtà”. Perché ha concluso Paola Testa “da soli si va più veloce, ma in tanti si va lontano”.
Un principio su cui si fonda il lavoro messo in piedi dall'assessorato alle Politiche Sociali insieme alla collaborazione con le associazioni: “si tratta di un approccio che, in merito ad esempio alla scelta dei contenuti per il progetto 2019 che andremo a presentare in ambito Europeo, abbiamo pensato di declinare con il titolo “Facilitare la felicità”. L’Assessorato ai Servizi alla Persona, alle Politiche Sociali e al Disability Manager che ho l’onore di guidare è impegnato a 360 gradi per concretizzare questo slogan e per “facilitare la felicità” delle persone con disabilità. Lo fa avendo premura di valorizzare nel nostro contesto territoriale atteggiamenti inclusivi, nella convinzione che il percorso per l’affermazione dei diritti delle persone con disabilità come cittadini passa attraverso l’eliminazione innanzitutto delle barriere mentali, le più difficili da abbattere, ma superabili attraverso un cambiamento di atteggiamento nei confronti della disabilità” ha spiegato l'assessore Piervittorio Ciccaglioni. Insieme all'impegno dell'assessore ai Lavori Pubblici, Giovanni Barosini, che ha portato in giunta la predisposizione per il Comune del Peba, il Piano di eliminazione delle barriere architettoniche che ogni comune dovrebbe avere. “Non solo retorica, ma azioni concrete per iniziare a mettere sul tavolo la realizzazione di questo piano, grazie alle risorse che vorremmo inserire nel piano triennale delle opere pubbliche (2019,2020,2021) con il mutuo di Cassa Depositi e Prestiti”.

Infine in tema di barriere architettoniche ancora da “vincere” è stata inaugurata una mostra (che dal 10 dicembre al 2 febbraio sarà esposta presso la Biblioteca civica F. Calvo di Alessandria) realizzata dall'associazione Idea Onlus di Alessandria, in collaborazione con le seguenti associazioni: A.I.M.A. di Alessandria (Malati di Alzheimer), A.I.S.M. di Alessandria, Amici di Lucia (Parkinson), ANFFAS Piemonte, Il Sole Dentro (Autismo), Associazione Progetto Ryan, A.PRO.VA, Amici ed ex allievi del Liceo Scientifico Galileo Galilei, Arcobaleno, APRI di Asti, A.N.M.I.L., Famiglie SMA, Zonta Club di Alessandria, ALICE (ictus cerebrali) A.I.A.S. di Alessandria e F.I.S.H. Piemonte: “Una città per tutti? Anche per noi?”. Non una critica o una polemica su quanto c'è ancora da fare, ma una “fotografia” di quello che ancora bisogna realizzare per rendere la città davvero accessibile a tutti, “arrivando con il lavoro di tutti a poter togliere il prima possibile quei punti interrogativi dal titolo della mostra” come ha voluto sottolineare il presidente dell'associazione Idea, Paolo Berta.
4/12/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi