Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Elezioni: centrodestra unito. Il nome per Alessandria è Cuttica di Revigliasco

L'annuncio dei responsabili regionali di Lega Nord, Forza Italia e Fratelli d'Italia è quello di “andare uniti sulle tre città piemontesi per battere il malgoverno di centrosinistra”. Su Alessandria il candidato è della Lega Nord, Gianfranco Cuttica di Revigliasco. Manca solo la nota ufficiale dei segretari provinciali della coalizione
 ALESSANDRIA - "Come responsabili regionali di Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d'Italia annunciamo che, dopo un intenso confronto sui programmi, abbiamo raggiunto un accordo per presentarci insieme alle prossime elezioni amministrative che interesseranno i Comuni di Alessandria, Asti e Cuneo". Ad annunciarlo i segretari regionali di Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d'Italia Gilberto Pichetto, Riccardo Molinari e Andrea Delmastro.
Quello che ancora non era certo, sebbene girasse il suo nome già da diverse settimane, era il candidato su cui convergere per Alessandria. Che ora invece è confermato (si attende solo la nota ufficiale dei segretari provinciali della coalizione, ndr) ed è il rappresentante del Carroccio, Gianfranco Cuttica di Revigliasco.

Proprio per “concretizzare” questa unione di forze di centrodestra i rappresentanti regionali preannunciano come “nei prossimi giorni sarà convocato un tavolo regionale per allargare l'offerta politica e programmatica della nostra coalizione a tutte le forze moderate e della società civile che vogliano contribuire a costruire una alternativa credibile ai malgoverni del centrosinistra". Che sembra essere un invito a tutti i rappresentanti di movimenti e partiti di centrodestra a fare “fronte comune” per cercare di arrivare al governo della città. E vincere le elezioni tutti uniti.

Ora servirà capire cosa decideranno di fare quelli che erano i “dissidenti”, ovvero coloro che avrebbero preferito la strada delle primarie nella scelta del candidato. E così resta da capire cosa decideranno Giovanni Barosini con la sua SiAmo Alessandria, Oreste Rossi e lo stesso Fabrizio Priano, dei fittiani. Poi c'è il movimento Fare! Di Tosi, che è fresco di piccole battaglie proprio con la Lega Nord “su chi si può definire di centrodestra”. E poi c'è lui, Locci. Rispetterà le decisioni del partito e dei vertici regionali? O deciderà di scegliere la strada di presentarsi “in autonomia”, ma a quel punto lontano da Fratelli d'Italia e magari con una lista civica tutta sua? Per ora, almeno dal suo primo commento, sembra propendere per questa seconda ipotesi: "La mia posizione non cambia - spiega Locci - continuo a raccogliere idee degli alessandrini per la prima fase del programma partecipato e resto disponibile alle elezioni primarie con il candidato del centrodestra se vorrà condividere il mio programma".
15/02/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano