Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Lega Pro - girone A

Polveri bagnate per l'Alessandria: ancora un pareggio casalingo

Con il Real Vicenza è solo 0-0, ma vanno più vicini al gol gli ospiti nonostante un'Alessandria volenterosa
ALESSANDRIA - Arriva solo un pari dalla gara casalinga con il Real Vicenza ma la sensazione è che più che un merito degli avversari, comunque andati più concretamente vicini al gol nelle poche occasioni create, lo 0-0 finale sia un demerito dell'Alessandria che ci mette molto impegno ma poca concretezza.

Il primo tempo è parecchio noioso nonostante le premesse: già al 2' sugli sviluppi di un calcio d'angolo ci prova Obodo ma Tomei è attento e blocca. Cinque minuti più tardi l'arbitro vede un fallo di Vannucci su Marconi, e la susseguente punizione dal limite viene battuta da Taddei e respinta dalla barriera; la palla dopo un campanile scende in area,  Mora tenta il gol in rovesciata ma Tomei è attento. La partita cade in un momentaneo torpore da cui si risveglia solo nella seconda metà del primo tempo: al 23' Sirri libera dopo una azione offensiva del Real Vicenza ed il rinvio altissimo diventa un assist per Taddei che viene contrastato in area ma l'arbitro non ravvisa fallo. Si vede finalmente anche il Real Vicenza con un tiro da fuori di Quintavalla che passa abbondantemente alto sopra la traversa, poi è alla mezz'ora è di nuovo Alessandria con palla a Taddei che si gira all'improvviso da appena fuori area ma il tiro a palombella è lento e centrale e facile preda del portiere ospite. L'ultima occasione prima dell'intervallo arriva al 42' con un cross dalla destra di Vitofrancesco su cui arriva un colpo di testa di Mora piuttosto debole e parato senza difficoltà da Tomei.

Nell'intervallo Spighi resta negli spogliatoi sostituito in distinta da Rantier e in formazione da Vitofrancesco largo sull'ala mentre mezz'ala diventa Taddei che arretra per lasciare spazi proprio alla punta francese. La mossa paga per almeno i primi minuti, perchè i grigi premono parecchio sulla difesa vicentina conquistando due calci d'angolo che pareggiano il conto sul 4-4, ma un po' l'eccessivo rigore dell'arbitro Morreale che ferma spesso le azioni offensive da calcio piazzato ed un po' la scarsa precisione nelle conclusioni, il punteggio resta fermo sullo 0-0. Una accelerazione di Mora al 9' mette la palla sulla fronte di Rantier che fa torre per Marconi senza però che la punta riesca a dirigere la palla nello specchio della porta e riscalda i quasi duemila tifosi grigi - completamente vuota la curva ospiti - intrizziti dal freddo non pungente ma fastidioso. A sorpresa, però, ad andare più vicino al gol è il Real Vicenza che al 12' trova in un suggerimento sulla fascia di Dalla Bona una palla gol per Bruno il cui diagonale di destro taglia fuori Nordi ed attraversa tutta l'area piccola mancando di pochissimo la deviazione proprio di Dalla Bona.

D'Angelo lancia nella mischia anche Valentini per un Mezavilla apparso un po' impalpabile, ma solo la sufficienza con cui Bruno su un suggerimento di Dalla Bona tenta il cucchiaio respinto di testa dal suo marcatore impedisce ai veneti di portarsi in vantaggio. L'Alessandria sembra reagire piano piano, ma è abbastanza significativo come un'altra occasione gol per il Real Vicenza nasca da una punizione a favore dalla trequarti sinistra da cui gli ospiti costruiscono un contropiede da manuale finalizzato da un colpo di testa di Dalla Bona su cross di Lavagnoli che sfiora di pochissimo l'incrocio dei pali. Al 29' arriva l'occasione anche per i grigi, che da una progressione di Vitofrancesco sulla destra con successivo cross vedono Rantier sfiorare il palo lontano di pochi centimetri con un colpo di testa. L'ultimo cambio D'Angelo lo usa ancora per far vedere che questa gara vuole vincerla e se da un lato toglie capitan Taddei che lascia la fascia a Rantier, dall'altra inserisce Scotto e passa al 3-4-3 più spinto per cercare quel gol che permetterebbe di rimanere in scia al Pavia vittorioso in rimonta a Busto Arsizio nel pomeriggio. La palla buona dopo una serie di rimpalli capita a meno di sette minuti dalla fine sui piedi di Sirri che a porta vuota appoggia clamorosamente sul fondo: c'è solo ancora tempo per un colpo di testa di Scotto su angolo di Vitofrancesco che con una illusione ottica fa esultare tutto lo stadio ma è sopra la traversa e poi l'arbitro dopo tre minuti di recupero manda i giocatori negli spogliatoi.


ALESSANDRIA-REAL VICENZA 0-0

Alessandria (3-5-2):
Nordi 6; Sosa 6.5, Sirri 7, Sabato 6.5; Spighi 5.5 (1' st Rantier 5.5), Vitofrancesco 6.5, Obodo 6, Mezavilla 5.5 (14' st Valentini 5.5), Mora 6; Marconi 5.5, Taddei 6.5 (30' st Scotto 6). A disp. Poluzzi, Terigi, Nicolao, Ferrani, Rantier. All. D'Angelo

Real Vicenza (3-5-2):
Tomei 6.5; Quintavalla 6, Piccinni 6, Carlini 6; Lavagnoli 6.5, Cristini 6 (36' st Chiarello ng), Dalla Bona 6.5, Pavan 5.5 (11' st Malagò 5.5), Vannucci 6; Bruno 5.5, Margiotta 5.5 (46' st Galuppini ng). A disp. Ziglioli, Solini, Chiarello, Caporali, Bardelloni, Galuppini. All. Marcolini

Arbitro: Morreale di Roma1

NOTE Ammoniti Quintavalla, Piccinni, Lavagnoli, Dalla Bona. Calci d'angolo 7-7. Recupero pt 2'; st 3'. Spettatori 2.047 (1.283 paganti)             
17/01/2015
Fabrizio Merlo - sport@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita