Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Arriva la targa per le bici: "esempio di sicurezza partecipata contro i furti"

Da martedì 7 marzo sarà possibile ottenere presso molti rivenditori alessandrini una targa adesiva speciale che verrà applicata alle biciclette, sia nuove che usate. L'iniziativa, promossa dall'associazione "Mappa la tua città" e dal Comune consentirà di monitorare e ridurre i furti
ALESSANDRIA - Grazie all'assocazione Mappa tua la città, fondata dall'alessandrino Mauro Di Gregorio, agente di polizia municipale del nostro capoluogo che da anni studia come rendere la vita sempre più difficile ai ladri di biciclette, da martedì prossimo, 7 marzo, sarà possibile rivolgersi ai rivendori di bici in città per ottenere la targatura del proprio mezzo. 

L'operazione è semplicissima, costa 10 euro, e darà diritto all'inserimento della bicicletta in un database nazionale di 200 mila mezzi in tutta Italia. L'etichettà, se asportata, lascia un segno evidente e facilmente riconoscibile dagli agenti, che potranno così fermare eventuali "proprietari" di bici sospette. La targa funge poi da naturale deterrente contro i malintenzionati e può aiutare a recuperare il mezzo qualora venisse sottratto. 

Il sindaco Rita Rossa e l'assessero Mauro Cattaneo salutano l'iniziativa, già adottata con successo in oltre 60 città italiane, con grande positività: "è un bell'esempio di sicurezza partecipata, che coinvolge i cittadini e i commercianti per migliorare la città. Il protocollo è stato adattato per Alessandria, costruendo un prodotto 'su misura' che è perfetto per la nostra realtà. Questo è un altro esempio dell'impegno di questa amministrazione per incentivare e promuovere l'utilizzo della bicicletta, dopo la mostra 'Alessandria città della bici', il festival in Cittadella, che tornerà, Beer and Bike, e il miglioramento del collegamento ciclabile sul cavalcavia che unisce il quartiere Cristo al resto della città". 

"Grazie all'iniziativa - sottolinea Mauro Di Gregorio - potremo monitorare ancor meglio eventuali furti in città, arrivando a costruire una mappa dei luoghi dove avvengono più furti, aiutando così le Forze dell'Ordine a prendere i giusti provvedimenti. L'obiettivo, riducendo sensibilmente il numero di questi odiosi reati, è anche quello di infondere fiducia nei cittadini, incoraggiando a investire sulle due ruote. Vedremo se, come speriamo, con il tempo gli alessandrini arriveranno a comprare bici più belle e di qualità, sapendo che con il sistema di targatura sarà molto più difficile che verranno sottratte e più facile che vengano comunque ritrovate". 

Per potenziare il monitoraggio l'associazione Mappa la tua città, in accordo con il Comune e le Forze dell'Ordine, consentirà dal proprio sito di compilare una vera e propria denuncia online in caso di furto, da stampare e consegnare in caserma, riuscendo così a "saltare" un'eventuale coda e riducendo al massimo la tempistica necessaria per la denuncia. "Denunciare è fondamentale - spiega Di Gregorio - perché è così che si può contrastare il fenomeno, comprendendone in pieno la portata e potendo lavorare più efficacemente per contrastare i furti".

Proprio per questo, fra le iniziative in programma, ci sarà anche quella di uno sconto offerto da alcuni rivenditori alessandrini sull'acquisto di una nuova bici per chi si presenterà con una copia della denuncia fatta alle Forze dell'Ordine. Ovviamente, più aumenterà il sistema di targatura e più si riduranno i furti, rendendo questa iniziativa sempre meno necessaria... 
3/03/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Sentiero 413: sul Monte Pracaban partendo dalle Capanne di Marcarolo
Sentiero 413: sul Monte Pracaban partendo dalle Capanne di Marcarolo
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione