Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Presentato "un passo avanti", il quarto bando contro la povertà educativa

Sono circa 70 i milioni messi a disposizione per progetti di sostegno all'infanzia e all'adolescenza grazie all'impresa sociale "con i bambini" e all'impegno delle fondazioni bancarie, fra le quali quella della Cassa di Risparmio di Alessandria. Saranno premiati progetti particolarmente innovativi. C'è tempo fino al 14 dicembre
Alessandria, 29 Ottobre 2018 – “Un passo avanti” è il 4° bando contro la povertà educativa presentato dal presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Pier Angelo Taverna, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta a Palatium Vetus, sede dell’Ente.

Il bando è promosso dall’impresa sociale “Con i bambini”, costituita nel 2016, con l’obiettivo di attuare i programmi del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, istituito dall’Acri, l’associazione delle Fondazioni di origine bancaria, con il compito di assicurarne la gestione, e viene alimentato dai versamenti effettuati annualmente dalle Fondazioni di origine bancaria tra cui la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria che ha stanziato 480.000 €. l’anno per 3 anni. Il Fondo ha durata triennale (2016-2018) e una dotazione finanziaria pari a circa 120 milioni di euro l’anno.

“Un passo avanti”, Idee innovative per il contrasto alla povertà educativa minorile rappresenta una nuova linea di intervento pensata per il sostegno di progetti, dal contenuto particolarmente innovativo che, coerentemente con l’obiettivo del Fondo, siano rivolti al contrasto della povertà educativa minorile che investe anche la dimensione emotiva, della socialità e della capacità dei giovani di relazionarsi con il mondo, creando le condizioni per lo sfruttamento precoce nel mercato del lavoro, per l’abbandono e la dispersione scolastica, per fenomeni di bullismo e di violenza nelle relazioni tra pari.

I tempi della crisi e della recessione hanno, infatti, visto precipitare la spesa sociale in Italia e triplicare l’incidenza della povertà assoluta nelle famiglie con almeno un minore, che tra il 2005 e il 2014, è passata dal 2,8% all’8,5%, per un totale di oltre 1 milione di bambini colpiti, ossia 1 minore su 10.

“Contrastare la povertà educativa – afferma il presidente Taverna - è il principale strumento per permettere ai tanti ragazzi che vivono in condizioni di disagio di migliorare la propria vita. Per fare questo è necessario avviare un percorso comune tra le agenzie educative preposte come la scuola, la famiglia, le organizzazioni del Terzo settore e il privato sociale. Solo attraverso questa strada si può creare una “comunità educante” attiva – intesa come l’insieme di varie “attori” che, a partire dal ruolo centrale della scuola e dei servizi alla prima infanzia, unitamente a quelli di educativa territoriale e di sostegno, accompagnamento e cura dei servizi sociali e sanitari, concorrono a formare i minori – in grado di generare un reale cambiamento”.

I primi tre bandi presentati hanno riscosso grande interesse e partecipazione a livello nazionale: Prima Infanzia 0-6 anni con 80 progetti approvati, Adolescenza 11-14 anni con 86 bandi, Nuove Generazioni 5-14 anni con 83 bandi, complessivamente 249 progetti con un contribuito pari a 202 milioni di euro, su 360 previsti dal Fondo, che coinvolgeranno 480.000 minori e 6.300 organizzazioni, in media 25 per progetto e 27.500 le organizzazioni che hanno partecipato ai tre bandi.

A livello locale sono stati presentati vari progetti con una ricaduta di circa 2 milioni di euro, approvati e finanziati anche grazie al significativo contributo destinato all’iniziativa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, che esprime grande soddisfazione per la professionalità e l’originalità dei progetti presentati che sono stati premiati. Un territorio competente, efficiente, che sa stare al passo con i tempi e che sa organizzarsi in area vasta interprovinciale.

Per poter accedere ai contributi del nuovo Bando, occorre presentare all’Impresa sociale (attraverso il modello predisposto on line sulla piattaforma Chàiros) una sintetica idea del progetto che si intende realizzare, in una o più regioni italiane. “Con i Bambini” ha destinato al Bando fino a un massimo di 70 milioni di euro: le proposte dovranno arrivare entro, e non oltre, le ore 13 del 14 dicembre 2018.
30/10/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa