Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Basket - Serie A2

Novipiù Casale: maratona vincente a Napoli!

Ci vogliono due supplementari perchè i ragazzi di Ramondino si impongano sul campo dell'ultima in classifica
NAPOLI - Sono serviti ben dieci minuti supplementari a Casale per vincere il più classico dei testacoda in trasferta e continuare la corsa solitaria in testa alla classifica con quattro punti di vantaggio su Scafati, anche se dopo il primo quarto sembrava tutto più facile con i rossoblu che conducevano 14-20 dopo avere retto ad un minibreak da quattro punti degli avversari. Nel secondo quarto Casale continua a viaggiare con il vento in poppa e grazie ai centri di Denegri, Bellan e Blizzard doppia i partenopei sul 16-32 quando Bartocci chiama timeout: servirà solo a rosicchiare qualche punto perché all’intervallo lungo il tabellone dice 29-43.

Quello che doveva essere un tranquillo secondo tempo si trasforma però per Casale in un incubo: Napoli piazza subito un 7-0 a firma Mascolo-Turner e si fa sotto, gli ospiti rispondono ma non riescono più ad allungare e quello che avrebbe dovuto essere l’ultimo quarto inizia sul 48-55. Vangelov mette cinque punti di fila e il vantaggio di Casale si riduce a due lunghezze, Denegri riallunga sul 69-64 ma si vede che la capolista è in crisi e la lotta di nervi dei liberi nel finale non serve a designare un vincitore: si va ai supplementari sul 72-72.

Cinque minuti non bastano e serve un secondo tempo perché Sanders piazzi l’allungo decisivo con quattro punti in fila: nel finale l’errore da tre di Mascolo rivitalizza gli ospiti e Blizzard chiude virtualmente la gara prima dei canestri del 91-97 finale.


CUORE NAPOLI – JUNIOR CASALE 91-97
(14-20, 29-43, 48-55, 72-72, 83-83)

Cuore Napoli: Mastroianni 8, Ronconi, Vangelov 11, Malfettone, Bordi, Puoti, Zollo, Mascolo 28, Caruso 14, Crescenzi, Turner 28, Thomas 2. Coach Bartocci
Junior Casale: Blizzard 9, Tomassini 2, Martinoni 15, Sanders 27, Severini 7, Cattapan 8, Marcius, Bellan 6, Valentini, Denegri 23. Coach Ramondino


Le dichiarazioni di coach Marco Ramondino: “Noi siamo venuti qui, e credo che lo abbiamo dimostrato giocando un ottimo primo tempo, con grande considerazione di quello che Napoli sta facendo nelle ultime partite, come ha dimostrato con la sconfitta subita all’ultimo tiro con Tortona, dove non è entrato il tiro di Turner e con il grande carattere che ha dimostrato con Legnano. Per noi era una partita molto difficile perchè venivamo da una brutta prestazione in Coppa Italia e ci apprestavamo ad entrare in partita con alte aspettative di risultato, com’è giusto che sia quando la prima in classifica va a giocare sul campo dell’ultima in classifica: questo aggiungeva difficoltà anche riguardo alle cose semplici. Al di là dei punti segnati al termine dei regolamentari, abbiamo sbagliato tanti tiri aperti che potevano darci un punteggio diverso: ma la squadra ha trovato il modo, in tutti i suoi interpreti, di fare giocate importanti. Nel finale dei regolamentari abbiamo provato a finire con il quintetto dei giocatori più in palla tenendo conto dell’infortunio in corso di gioco a Tomassini e l’assenza di Marcius, e nel momento in cui avevamo un po’ la lingua fuori, per esempio, Valentini è stato bravissimo a farsi trovare pronto. E’ molto importante che tutti siano stati decisivi in questa partita“.
12/03/2018
Fabrizio Merlo - sport@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo
Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo