Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Casale Monferrato

Un Monferrato da cinema con il Monfilmfest

Il Mercato Pavia di piazza Castello si trasformerà in una vera e propria Cittadella del Cinema con troupe internazionali all'opera. Tra gli eventi “Sette giorni per un fim” e la rassegna Vetrina di un film ritrovato
CASALE MONFERRATO - Torna dal 13 al 21 luglio, con epicentro al Mercato Pavia di piazza Castello - che si trasformerà in una vera e propria Cittadella del Cinema con troupe internazionali all'opera - il Monfilmfest, kermesse a tema cinematografico giunta alla sua sedicesima edizione. L’evento, organizzato dall’Associazione Culturale Immagina in partnership con il Comune, ribattezzato anche “Giochi di Cinema senza Frontiere”, si propone il rilancio del Monferrato, terra di vino, cibo, cultura, storia, arte, architettura e possibile location per il cinema oltre i cortometraggi e aperto al mondo cinema tutto.

Il Monfilmfest è un insieme di svariati eventi. Il principale è Sette giorni per un film, un gioco che mette alla prova la capacità di produrre un cortometraggio in video digitale in sette giorni progettando la storia, il piano di produzione, sino alla sua prima proiezione al pubblico. Il concorso si concluderà sabato 21 luglio al Salone Tartara con la “prima” dei film davanti a pubblico (ingresso libero e gratuito) e giuria (proiezioni alle 11, replica alle 14,30, ulteriore replica e premiazioni alle 17). Vi parteciperanno gli autori Giovanni Busnach, Giacomo Capra e Marco Rubiola, Vincenzo Caruso, Filippo Corbetta, Alessandro Della Villa e Claudia Campolmi, Jenna Hasse e Jonathan Lago. Durante i sette giorni di lavori, i giovani ospiti, artisti di valore internazionale, collaboreranno attivamente con il territorio che non solo diventerà "produttore" dei cortometraggi fornendo gratuitamente ospitalità e supporto alle troupe ma anche protagonista, operando alla realizzazione di opere cinematografiche che avranno come primo attore il Monferrato con le sue ricchezze artistiche, storiche, paesaggistiche, naturalistiche ma pure i suoi abitanti, molti dei quali giovanissimi, come attori e comparse.

Durante i lavori di Sette giorni per un film si terrà la rassegna Vetrina di un film ritrovato, con pellicole da visionare gratuitamente nella settimana del festival nella Manica Lunga del Castello del Monferrato. Clicca qui per il programma completo.

All’interno di Monfilmfest si terrà anche Tickets For My Life, installazione-performance di Marake. Un piccolo botteghino, metafisico ma anche reale, verrà posizionato prima al Castello e poi al Mercato Pavia. Chi si avvicinerà, invece di acquistare il biglietto di un film, verrà invitato a descrivere un minuto della sua vita. La “giornata collettiva” dei minuti raccolti verrà esposta alla fine del Festival. L’installazione sarà presente sabato 14 e domenica 15 al Castello, venerdì 20 e sabato 21 al Mercato Pavia.
12/07/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centauri 2018: primo gruppo
Centauri 2018: primo gruppo
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Inaugurato il nuovo Centro Giovani ai Giardini Pittaluga
Inaugurato il nuovo Centro Giovani ai Giardini Pittaluga
Operazione Black and White dei Carabinieri contro il capolarato
Operazione Black and White dei Carabinieri contro il capolarato
Festival prevenzione e innovazione in oncologia ad Alessandria
Festival prevenzione e innovazione in oncologia ad Alessandria
La visita di Brumotti all'ospedale infantile Cesare Arrigo
La visita di Brumotti all'ospedale infantile Cesare Arrigo
Lo spettacolo in carcere, ispirato a 900 di Baricco
Lo spettacolo in carcere, ispirato a 900 di Baricco