Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cronaca

Ennesimo caso di "cerco l'auto (on line) e trovo la truffa"

L’indagine ha preso spunto dalla denuncia presentata da un alessandrino a inizio luglio. Nei giorni precedenti l'uomo aveva visto su un sito on-line un’auto in vendita al prezzo di 2200 euro
ALESSANDRIA - Al termine di un’indagine i Carabinieri di Alessandra hanno denunciato per truffa un cittadino italiano di 52 anni, residente in provincia di Torino. L’indagine ha preso spunto dalla denuncia presentata da un uomo del posto a inizio luglio. L'uomo ha riferito che nei giorni precedenti aveva visto su un sito on-line un’auto in vendita al prezzo di 2200 euro, decidendo poi di acquistarla visto che il prezzo era conveniente e che era proprio l’auto che cercava. Il potenziale acquirente ha contattato il venditore su un numero di telefono trovato nell’inserzione. Trovato l'accordo sul prezzo, il venditore ha chiesto alla vittima di fermare l’auto con una caparra di almeno 200 euro, fornendogli il numero di una carta postepay su cui effettuare la ricarica. Effettuato il pagamento della cifra concordata, il giorno dopo il venditore ha chiesto ulteriori 500 euro per fare il passaggio di proprietà, ma l’uomo ha iniziato a sentire l'odore della truffa. Per verificare i propri sospetti, il potenziale acquirente ha quindi chiesto ad un amico di telefonare al venditore fingendosi interessato all’acquisto dell’auto. Il 52enne ha risposto che l’auto era ancora in vendita. Dal numero della carta postepay sulla quale era stato effettuato il versamento e dal numero di telefono si è scoperto l’autore della truffa. Per questo motivo l’uomo, già denunciato per fatti analoghi, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per truffa.

Fatto analogo accaduto ad un altro alessandrino, questa volta la truffa è partita da Arezzo, opera di un giovane 25enne. Dinamica più o meno simile, solo che il truffato stava cercando un pezzo di ricambio per la propria auto e la somma anticipata è stata di soli 30 euro. Anche in questo caso la denuncia è scattata grazie al numero PostePay sul quale era stato effettuato il versamento.
31/08/2016

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centauri 2018: primo gruppo
Centauri 2018: primo gruppo
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Inaugurato il nuovo Centro Giovani ai Giardini Pittaluga
Inaugurato il nuovo Centro Giovani ai Giardini Pittaluga
Operazione Black and White dei Carabinieri contro il capolarato
Operazione Black and White dei Carabinieri contro il capolarato
Festival prevenzione e innovazione in oncologia ad Alessandria
Festival prevenzione e innovazione in oncologia ad Alessandria
La visita di Brumotti all'ospedale infantile Cesare Arrigo
La visita di Brumotti all'ospedale infantile Cesare Arrigo
Lo spettacolo in carcere, ispirato a 900 di Baricco
Lo spettacolo in carcere, ispirato a 900 di Baricco