Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cronaca

Quattro arresti per tentato furto, due sono guardie giurate

I carabinieri di Tortona hanno arrestato quattro persone per tentato furto, messo a segno a Volpeglino, di cui due sono guardie giurate che lavoravano per una ditta di Novi. Secondo le indagini, le guardie avevano in ruolo di “talpa”. Convalidati gli arresti, ma liberati subito dopo, l'udienza è fissata nell'ottobre del 2015
CRONACA – Una serie di furti nella zona del tortonese, avvenuti a partire da questa estate, aveva messo i carabinieri sulla pista di due stranieri. L'ultimo colpo, messo a segno a Volpeglino, in una pizzeria chiusa e in attesa di essere riaperta, nel pomeriggio dell'8 dicembre, ha svelato però come i due avessero probabilmente dei complici. Agli arresti, infatti, oltre a B.D. 46enne romeno di Valenza, operaio; M.S. 47enne albanese di Casale Monferrato, autotrasportatore, sono finiti anche M.R. 47enne di Alessandria, e C.P. 45enne di Viguzzolo, guardie giurate, entrambe dipendenti di una ditta novese.
Diversa e complessa la posizione di ciascun indagato, su cui dovranno fare chiarezza le indagini: M.R infatti è stato colto in fragranza di reato mentre, insieme ai due stranieri, stava caricando su un furgone, con targa lituana, mobili e attrezzature provenienti dal furto ai danni della pizzeria “Orchidea Bagunca” di Volpeglino. C.P si trovava invece ad un chilometri di distanza dal luogo del furto, in servizio.
Dai primi riscontri sembra che C.P abbia percepito una somma di 100 euro per le informazioni passate ai complici sui luoghi da colpire.
In passato i titolari del locale derubato, chiuso in attesa di trovare un nuovo gestore, si erano avvalsi dei servizi di vigilanza della ditta novese che aveva alle dipendenze le due guardie.
L'arresto è scattato per l'ultimo episodio dell'8 dicembre. Ma le indagini proseguono per chiarire la posizione di ciascuno dei coinvolti e per ricostruire altri furti, sempre in zona.
Mentre una delle due guardie era intenta, con gli stranieri, ad asportare la refurtiva, del valore di circa 5 mila euro, l’altro, benché in servizio di vigilanza presso una ditta non molto distante, aspettava il collega per farsi consegnare il corrispettivo per le informazioni fornite sull’obiettivo da “colpire”. Quest’ultimo, veniva arrestato subito dopo aver ricevuto i “denari” dalle mani del “collega”.
Alle due guardie giurate tratte in arresto sono state immediatamente ritirate le armi. Per uno di essi è scattata anche la denuncia per omessa custodia di armi poiché, mentre era intento a compiere il furto, aveva lasciato la pistola sulla propria autovettura parcheggiato in strada.
La refurtiva è stata posta sotto sequestro e, con questa, anche il furgone sul quale era stata caricata, ai 100 euro e alle pistole.
Nel pomeriggio di oggi gli arresti sono stati convalidati e, senza che venissero adottate misure cautelari (degli arrestati è stata disposta l’immediata liberazione), è stata fissata la data del processo al 12 ottobre 2015.
10/12/2014

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018