Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Tortona

5000 visitatori a Volpedo nel segno del Pellizza

Il bilancio degli eventi 2013, le opere in essere per il paese e i progetti futuri dell'associazione Pellizza, per la Biennale 2015
 VOLPEDO - Saranno con tutta probabilità i personaggi del Quarto Stato il centro dell'attenzione della prossima Biennale dedicata a Pellizza da Volpedo, per il 2015. L'omonima associazione, presieduta da Ettore Cau ha appena concluso l'edizione del presente anno e incomincia a elaborare idee per il futuro di un evento culturale ormai consolidato e capace di generare un flusso turistico di rilievo, con 150.000 visitatori registrati dal 1994 ad oggi, di cui circa 5.000 quest'anno tra settembre e ottobre in occasione degli ultimi eventi.

A livello di opere pubbliche, in paese è stato avviato quest'anno un interessante restauro di una antica fontana per l'acqua nei pressi della piazza principale, i cui lavori di recupero hanno messo in mostra un imponente meccanismo a ruota finora murato e si tratta di un ulteriore passo per riportare l'immagine del paese più simile possibile a quella di fine Ottocento, l'epoca del Pellizza e di tante tradizioni in parte disperse. Interessante anche il recupero delle cultivar ottocentesche, antiche specie di frutta non più prodotte che da quest'anno sono state piantumate in un'area nei pressi del cimitero e hanno attirato l'attenzione di Carlin Petrini quando è stato insignito del premio Quarto Stato e studiate in vista di Expo 2015 dedicato all'alimentazione.

Sono stati inoltre arricchiti gli spazi per la didattica, con nuove aree per i laboratori per le scuole all'interno dello studio del Pellizza ed è stato ufficializzato il nuovo gonfalone del comune di Volpedo. Sul piano culturale, la mostra sull'arte fiorentina ha stretto il legame tra l'Associazione Pellizza che organizza gli eventi e cura la memoria storica, presieduta da Ettore Cau, e l'Opificio del restauro, istituzione fiorentina che si incaricherà di migliorare il recupero di molti bozzetti e la conservazione dei periodici d'epoca. Inoltre la rassegna dedicata ai giovani pittori delle accademie che frequentò Pellizza, di cui quest'anno si è chiuso il ciclo, ha lasciato ogni anno l'opera premiata, in modo da creare un embrione di collezione di arte contemporanea. 
31/10/2013
Stefano Brocchetti - redazione@tortonaonline.net

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi