Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Basaluzzo

Basaluzzo dedica il concerto di Natale alla memoria di don Aldo

A Basaluzzo il concerto di Natale, organizzato dal Comune e dalla pro loco, rappresenterà un momento musicale e intimo per ricordare Don Aldo Tacchino, recentemente scomparso, e per prepararsi alle festività natalizie
BASALUZZO - Grande attesa per il Concerto di Natale che il Comune e la Pro Loco di Basaluzzo hanno voluto organizzare in collaborazione con la Rassegna “A tutto coro!” e con il contributo della Fondazione Cral. Un importante appuntamento per la cittadinanza di Basaluzzo che, sabato 24 dicembre alle ore 21.30 nell’accogliente cornice della parrocchia di Sant’Andrea, potrà godere dell’esecuzione della “Petite Messe Solennelle” di Gioachino Rossini nella versione per solisti, coro, pianoforte e organo. Momento musicale ed intimo per ricordare Don Aldo Tacchino, recentemente scomparso, e per prepararsi alla festività natalizia. Alle ore 23, dopo il concerto, si svolgerà la santa messa della notte di Natale celebrata da don Pierangelo Pietracatella.

La Petite messe solennelle fu scritta per dodici cantanti, di cui quattro solisti, due pianoforti e un armonium. Rossini la volle anche orchestrare, nel 1867, sia perché spinto da più parti ma, soprattutto, ritenendo che se l'orchestrazione fosse stata fatta da qualcun altro musicista dopo la sua morte, l'opera non avrebbe avuto quella caratteristica per cui la scrisse.

Saranno impegnati nell’esecuzione il soprano Mirella Di Vita, il mezzosoprano Silvia Ciliberti, il tenore Enrico Iviglia, il baritono Michele Patti, al pianoforte Don Pierangelo Pietracatella e all’organo Daniele Ferretti, il Coro di Alessandria “Mario Panatero”, tutti sotto l’abile direzione del maestro Gian Marco Bosio.

Il coro di Alessandria “Mario Panatero”, intitolato al compositore concittadino Mario Panatero, importante realtà culturale della Provincia, è formato da circa 50 coristi, si è misurato più volte con le scene, partecipando all’allestimento di opere di tradizione. Si dedica anche al repertorio sacro e cameristico, con programmi di epoche e autori vari con una sensibile predilezione per il Novecento partecipando ad importanti Rassegne e Festival.

Degni di nota sono i quattro solisti, giovani cantanti che hanno intrapreso la loro carriera nei più importanti teatri di tradizione italiani ed esteri: Mirella Di Vita, vincitrice di concorsi internazionali, ha interpretato svariati ruoli principali con direttori come A. Sisillo, G. Ratti, G. Carella, C. Franklin. Ha tenuto recital in Polonia, Finlandia e Romania; ha inciso un cd di liriche da camera di F. Schubert, E. Korngold e M. Castelnuovo Tedesco su testi di W. Shakespeare. Silvia Ciliberti, si dedica allo studio del canto lirico presso l’Istituto Musicale “Alfredo Casella” di Novi Ligure sotto la guida della Prof.ssa Åsa Birgitta Marcusson. Il suo repertorio spazia dalla musica barocca a quella operistica.

Enrico Iviglia, vincitore di concorsi nazionali ed internazionali, ha cantato molte opere presso importanti palcoscenici come il Teatro Regio di Torino, Carlo Felice di Genova, Rossini Opera Festival di Pesaro, La Fenice di Venezia, San Carlo di Napoli, Teatro alla Scala di Milano collaborando con direttori d’orchestra quali Noseda, Renzetti, Palumbo, Zedda.

Michele Patti, scelto dalla Scuola dell’Opera Italiana di Bologna, debutta Giorgio Germont ne “La Traviata”, allestimento di Brockhaus (scenografie di Svoboda) al Teatro Verdi di Busseto per il Festival verdiano 2014. Vincitore di concorsi internazionali, ha cantato importanti ruoli operistici in Teatri quali Comunale di Bologna, “G. Verdi” di Busseto, Carlo Felice di Genova, Wexford Festival Opera, Petruzzelli di Bari collaborando con direttori d’orchestra come M. Arena, D. Smith, G. La Malfa, C. Poppen.

Don Pierangelo Pietracatella, al quale sarà affidato il ruolo del primo pianoforte, è Presbitero della Diocesi di Tortona, pianista e direttore di coro, si è diplomato in pianoforte presso il Conservatorio di Musica “A. Vivaldi” di Alessandria. Ha collaborato alla rappresentazione di numerosi allestimenti operistici e concerti di musica sacra sia come pianista, organista che come direttore di coro. Maestro collaboratore e pianista di scena al Théatre de l’Opéra di Nizza, per il quale ha collaborato altresì con l’Opéra di Montpellier, nel 2000 è entrato nel Seminario Vescovile di Tortona, ordinato sacerdote, parroco di Vignole Borbera fino al febbraio 2016, membro della Commissione Diocesana per l’Arte Sacra, è Officiale del Tribunale della Rota Romana.

Daniele Ferretti, organista, compositore e direttore d'orchestra, si è diplomato in organo, pianoforte, composizione e direzione d’orchestra. Si è perfezionato con Piero Bellugi e Luis Bacalov all’Accademia Chigiana di Siena. Collabora stabilmente con l'Istituto Diocesano Liturgico-Musicale di Asti in veste di docente di Organo e in qualità di co-direttore e consulente artistico per le attività culturali e musicali organizzate dall'Istituto stesso.

Gian Marco Bosio, direttore d’orchestra e compositore, ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio “N. Paganini” conseguendo i diplomi di Musica Corale, Direzione di Coro e Composizione sotto la guida di A. Amisano. Ha frequentato i corsi di perfezionamento di Composizione di Franco Donatoni all’Accademia di Siena e quelli di Direzione d’orchestra di Daniele Paris a Frosinone e di Otmar Suitner alla Hochschule di Vienna. Ha collaborato con la scuola di perfezionamento vocale del “Teatro alla Scala” dirigendo tra l’altro “Jephte” di G. Carissimi realizzato in forma scenica e spettacoli dedicati al salotto musicale dell’800. E’ Direttore Artistico dell’Associazione Coro di Alessandria “Mario Panatero”, Presidente e co-fondatore dell’Associazione Musicale “Alfredo Casella” di Novi Ligure, già docente presso il Conservatorio “N. Paganini” di Genova, è consigliere della Fondazione Marenco alla quale è stato affidato l’incarico di curare la ristrutturazione dell’omonimo Teatro storico sito nel centro di Novi Ligure. 
24/12/2016
Lucia Camussi - l.camussi@ilnovese.info

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa