Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Aristor: lunedì incontro sindacale per le modalità di "licenziamento collettivo"

Dopo la comunicazione di Aristor di chiusura dell'attività del servizio di refezione scolastica delle scuole alessandrine dal 1 agosto, la UilTucs pensa ai lavoratori. Lunedì 9 luglio dovrebbe esser resa nota la graduatoria provvisoria delle offerte pervenute per il servizio dal nuovo anno scolastico e lo stesso giorno ci sarà un incontro sindacale con Aristor per vagliare le modalità "della procedura di licenziamento collettivo"
 ALESSANDRIA - L'azienda che si è occupata per anni della refezione scolastica delle scuole comunali alessandrine chiude e cessa la propria attività. Aristor lo ha comunicato dalla pagina del proprio sito internet con una nota anche di "rammarico e amarezza" per le scelte di Palazzo Rosso degli ultimi tempi.

Alla luce quindi della chiusura dell'attività dal 1 agosto, è stata aperta una procedura di mobilità per gli 82 dipendenti dell'azienda. Molti dei quali in questi mesi hanno lottato insieme alle organizzazioni sindacali perché per loro ci fossero "maggiori garanzie" nella nuova gara, che con tutta probabilità sarà aggiudicata entro la fine del mese.

Ma intanto nella mattinata di lunedì 9 luglio mentre a Palazzo Rosso dovrebbe venire annunciata la graduatoria provvisoria delle offerte economiche pervenute (da due aziende del settore), al pomeriggio la UilTucs ha chiesto un incontro con l'azienda Aristor "con l’obiettivo principale di tutelare al massimo i dipendenti. Ricordiamo che il servizio è oggetto di una gara d’appalto avviata dal Comune di Alessandria già lo scorso aprile" ha ricordato Maura Settimo.

"Quello che ci preme è il mantenimento di tutti i posti di lavoro con la giusta applicazione delle norme contrattuali di legge. I tagli economici sono questioni di bilancio del Comune di Alessandria che non possono e non devono ricadere né sui posti di lavoro. Ricordiamo l’importanza del servizio mense scolastiche non solo per gli stessi operatori ma anche i bambini e le famiglie che beneficiano di questo servizio fondamentale". Nell'incontro con l'azienda sarà presa in esame la modalità "della procedura di licenziamento collettivo".

In attesa dell'esito della nuova gara e della sorte che toccherà ai lavoratori.
5/07/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Il crollo del viadotto Morandi a Genova