Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Pozzolo Formigaro

I Giovi, in vendita per 6 milioni di euro

Il prossimo 28 novembre, nello studio di un notaio di Novara, si terrà una nuova asta per l'acquisto del centro commerciale. La prima, che si era svolta a luglio, era andata deserta. La decisione di vendere il complesso immobiliare è stata presa dal tribunale di Novara, che ha ammesso la Esse Emme srl al concordato preventivo
POZZOLO FORMIGARO - Due milioni di euro in meno: 6 anziché 8. Tra meno di un mese, si terrà una nuova asta per l’acquisto del centro commerciale Giovi di Pozzolo Formigaro. La prima, tenutasi nel mese di luglio, era andata deserta, ma all’epoca la base d’asta era appunto di 8 milioni di euro, due in più rispetto alla nuova asta, in calendario per il prossimo 28 novembre, nello studio di un notaio di Novara.

A luglio si era ipotizzato che la mancata partecipazione di imprenditori interessati ad acquistare i Giovi fosse “colpa”, forse, anche della base d’asta, che il comitato dei creditori aveva fissato a 8 milioni di euro, in linea con il valore di mercato. Ma è facile immaginare che eventuali imprenditori interessati all’acquisto, con la crisi economica che imperversa, non fossero disponibili a sborsare una tale cifra e abbiano preferito giocare al ribasso. E dire che la base d’asta era già stata stabilita a un valore un po’ al di sotto della stima effettuata un anno e mezzo fa dal geometra Paolo Fazio, pari a 8,7 milioni di euro.

La decisione di vendere il complesso immobiliare dei Giovi è stata presa dal tribunale di Novara, che nel luglio 2013 ha ammesso la Esse Emme srl, la società proprietaria dell’immobile, alla procedura del concordato preventivo. L’azienda di Pombia, in provincia di Novara, già in liquidazione, fin dal febbraio dello scorso anno aveva chiesto ai giudici della sezione fallimentare di essere ammessa alla procedura, per cercare un accordo con i creditori.

La superficie totale dell’area messa all’asta dal liquidatore è di 33.600 metri quadrati: di essi 4.200 sono destinati alla grande distribuzione, mentre 1.500 sono classificati come “negozi di vicinato”. Poco più di 800 i posti auto disponibili, cui si aggiungono anche 1.100 metri quadrati attualmente destinati a distributore di carburante.

Costruito all’inizio degli anni Novanta, è stato uno dei primi poli della grande distribuzione a sorgere dalle nostre parti. Un importante punto di riferimento per il commercio di tutto il basso alessandrino, e non solo. La crisi è iniziata con la costruzione della cittadella dello shopping a Serravalle Scrivia. Attualmente il centro commerciale Giovi ospita alcuni negozi, un ristorante e un punto vendita della catena Carrefour Market.
 
31/10/2014

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Ponte Tiziano, grate per metterlo in sicurezza da possibili accessi
Ponte Tiziano, grate per metterlo in sicurezza da possibili accessi
Primo cogresso provinciale Uil Tucs dopo 4 anni
Primo cogresso provinciale Uil Tucs dopo 4 anni
Carnevale 2018: le foto della festa
Carnevale 2018: le foto della festa
Alessandria-Renate, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Renate, le foto di Gianluca Ivaldi
Vittorio Sgarbi ad Alessandria
Vittorio Sgarbi ad Alessandria
Housing Sociale San Michele: ecco a che punto è il cantiere
Housing Sociale San Michele: ecco a che punto è il cantiere
Anteprima della mostra Il Giorno del Ricordo - la tragedia delle Foibe
Anteprima della mostra Il Giorno del Ricordo - la tragedia delle Foibe
Un nodo blu contro il bullismo - le scuole unite nella manifestazione
Un nodo blu contro il bullismo - le scuole unite nella manifestazione
Alessandria-Robur Siena 1-1. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1. Il dopo partita
Alessandria-Robur Siena 1-1. Il dopo partita