Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

L'Ovadese e il turismo: un convegno in Enoteca

Va in scena presso i locali dell'Enoteca Regionale di Ovada un confronto in due parti. Sabato pomeriggio si comincia con una specifica per soli addetti ai lavori. La seconda sarà aperta al contributo di operatori delle nostre parti che porteranno la loro esperienza sul campo.

OVADA - Il percorso è iniziato tre anni fa, con l'ingresso dell'attuale consiglio di amministrazione dell'Enoteca Regionale di Ovada.  Ora, sempre nei locali sottostanti di Palazzo Delfinio, sabato pomeriggio, è in programma un convegno sul nostro territorio, in particolar modo sulle opportunità del terzo settore. “L’Ovadese territorio per il turismo?”. Il quesito, tema portante del dibattito, viene posto dall'associazione Landis che, in collaborazione con il Comune di Ovada, ha organizzato questa tavola rotonda. A confrontarsi esperti del settore con approcci teorici diversi nella prima parte. La seconda sarà aperta al contributo di operatori delle nostre parti che porteranno la loro esperienza sul campo. Ad aprire sarà Mario Ferrero, economista con particolare esperienza nel settore del turismo e della valorizzazione dei beni culturali. Ferrero nel suo intervento parlerà de “Il turismo nell’Ovadese, dati e inquadramento dello scenario”. A seguire Manuela Bolchini parlerà di “Turismo responsabile: esperienze, principi e opportunità”. Bolchini è membro del direttivo dell’Associazione Italiana per un Turismo Responsabile. Paola Dameri è professore associato dell’Università di Genova. Nel suo intervento parlerà de “Le nuove tecnologie a supporto della valorizzazione dei beni territoriali”. A seguire il consulente del Fai, Luca Garavaglia parlerà di come “Progettare lo sviluppo turistico dei sistemi locali”.  “Ci sembrava giusto – spiega il presidente dell’Associazione Enoteca, Massimiliano Olivieri – estendere la riflessione sul tema del territorio dopo due anni in cui abbiamo trattato i temi legati al mondo vitivinicolo. Il nostro prodotto bandiera, nella pratica quotidiana, si lega in maniera indissolubile con il territorio che riproduce le tradizioni e le persone che lo vivono. Crediamo che l’Ovadese abbia grandi potenzialità turistiche e che sia giunto il momento di fare squadra e iniziare a ragionare come un’unica forza per ottenere risultati più importanti”. 

17/11/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Premio “Franco Marchiaro”: Griseri, Massone e Prato sono i vincitori
Premio “Franco Marchiaro”: Griseri, Massone e Prato sono i vincitori
Enzo Paci a SettimoCielo
Enzo Paci a SettimoCielo
“Se stasera siamo qui”: lo spettacolo per l'inaugurazione della mostra
“Se stasera siamo qui”: lo spettacolo per l'inaugurazione della mostra
Alessandria in merda
Alessandria in merda
Alessandria si accende : ecco le luminarie di Natale
Alessandria si accende : ecco le luminarie di Natale
Piacenza-Alessandria 3-2. Il dopo partita
Piacenza-Alessandria 3-2. Il dopo partita
Polizia Penitenziaria protesta davanti alla casa circondariale Catiello Gaeta
Polizia Penitenziaria protesta davanti alla casa circondariale Catiello Gaeta
Manifestazione della Polizia Penitenziaria, situazione insostenibile in Alessandria
Manifestazione della Polizia Penitenziaria, situazione insostenibile in Alessandria
Alessandria-Viterbese, le foto del post partita
Alessandria-Viterbese, le foto del post partita
I Grigi tornano a casa con una serata di gala
I Grigi tornano a casa con una serata di gala