Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Mense: la graduatoria "premia" la Cooperativa Solidarietà e Lavoro. Ma serve una "verifica di congruità"

La commissione che si sta occupando della gara per il servizio di refezione scolastica ha aperto le buste e assegnato i punteggi dell'offerta economica e tecnica delle due "candidate", stilando una graduatoria che "premia" la Cooperativa romana rispetto alla Dussmann&Camst, con un ribasso di oltre il 10%. La commissione si è riservata di prendere altro tempo per una "verifica di congruità" prima della aggiudicazione definitiva
 ALESSANDRIA- Il terzo piano di Palazzo Rosso nella mattinata di lunedì 9 luglio era “affollato” di lavoratrici delle mense scolastiche in attesa di sapere del loro futuro. Era stato annunciato solo qualche giorno prima dalla dottoressa Bocchio, responsabile unico del procedimento di gara per l'affidamento del servizio di refezione scolastica a partire dal prossimo anno scolastico,che entro il 10 sarebbe stata stilata la graduatoria provvisoria derivante dalla somma dei punteggi dell'offerta economica e di quella tecnica delle due offerte pervenute: quella della multinazionale Dussmann insieme alla cooperativa romagnola Camst e quella della Cooperativa Solidarietà e Lavoro.

E così è stato: l'apertura delle buste da parte della commissione esaminatrice ha provvisoriamente premiato la cooperativa romana con un punteggio di 72 per l'offerta tecnica e di 25 per quella economica per un punteggio complessivo di 97,69 e una proposta di ribasso dalla base d'asta (che è di oltre 5 milioni per i tre anni) del 10,21%. Il costo aziendale e per il personale nella proposta della Cooperativa Solidarietà e Lavoro ammonta a 840 mila euro, con un contratto di avvalimento, ovvero di appoggio, al centro di cottura dei pasti alessandrino (in zona pista nuova) della ditta Artana Alimentare. La proposta invece della Dussmann&Camst ha ottenuto un punteggio di 70,1 per l'offerta tecnica e di 20,7 per quella economica, per un totale di 90,77 di punteggio con la proposta di ribasso d'asta del 7% e una cifra per la manodopera e i servizi aziendali di 1 milione 289 mila euro.

Una preoccupazione per i lavoratori e i sindacati presenti alla seduta pubblica vista la grossa differenza di budget destinato al personale e l'incognita del contratto di avvalimento con un centro cottura che ha già del proprio personale per il servizio di preparazione dei pasti. E la necessità di una ulteriore “verifica di congruità” di tutti i parametri da parte del Rup e della commissione che ha definito questa come “graduatoria provvisoria” chiedendo ancora un po' di tempo per una analisi più dettagliata delle offerte.

Intanto i sindacati in un incontro con la uscente Aristor stanno avviando la procedura per il “licenziamento collettivo” vista la chiusura della attività di servizio refezione scolastica di Aristor entro il 1 agosto. Una partita che resta quindi ancora aperta, anche se per breve tempo: la graduatoria c'è, i soggetti anche e il tempo inizia a farsi sempre più stringente per arrivare pronti a settembre con l'inizio della scuola. Ora la speranza è che in tutta questa vicenda non siano i lavoratori a rimetterci (il posto di lavoro).
10/07/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Il crollo del viadotto Morandi a Genova