Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Nuovo socio per la Ecoplasteam. Da ottobre la plastica ecologica

La start up proprietaria del primo stabilimento al mondo per la produzione di Ecoallene, il nuovo materiale plastico proveniente dal riciclo dei contenitori conosciuti come Tetrapak avvierà a ottobre l'impianto di Spinetta Marengo
ECONOMIA E LAVORO - Ecoplasteam spa, la start up innovativa proprietaria del primo stabilimento al mondo per la produzione di Ecoallene, il nuovo materiale plastico proveniente dal riciclo dei contenitori per bevande ed alimenti conosciuti come “tetrapak”, avvierà a ottobre l’impianto di Spinetta Marengo. Il piano industriale prevede il trattamento di un volume iniziale di 6-7mila tonnellate annue di contenitori “poliaccoppiati” (composti cioè da strati di cellulosa, plastica e alluminio), che saliranno a 12 mila tonnellate all'anno nel corso del 2019. Attraverso un complesso procedimento, questi contenitori, fino ad oggi inceneriti o parzialmente riciclati attraverso la separazione dei tre componenti, con costi elevati e grande consumo di energia, saranno invece trasformati nel nuovo materiale plastico totalmente riciclabile, l’Ecoallene, colorabile e dotato di un effetto “glitter” naturale, proprio perché contiene particelle di alluminio.

Ecoplasteam ha recentemente aumentato il capitale sociale per permettere l’ingresso di un nuovo socio particolarmente interessato a utilizzare nello sport i nuovi prodotti ecologici provenienti dal riciclo industriale: il manager piemontese Stefano De Alessi, titolare della Dao spa, una delle principali società italiane nel campo delle acquisizioni di diritti sportivi e della gestione di atleti,. Nominato anche il nuovo responsabile della sicurezza di Ecoplasteam spa: è Alessandro Giampietri, atleta cintura nera di kick boxing ed esperto di vigilanza e sistemi di sicurezza, che ha lavorato per varie aziende e banche sul territorio.

Carlo F. Maggi, presidente di Ecoplasteam, ha commentato: “Siamo lieti dell’ingresso di Giampietri nella nostra squadra e diamo il benvenuto a De Alessi nella partnership di cui fa parte anche Swiss Merchant Corporation di Lugano. Questi ingressi premiano il lavoro fatto dalla società in questi due anni e crediamo che la crescita di Ecoplasteam passi soprattutto dal valore delle persone che fanno parte del team e che ogni giorno contribuiscono alla crescita dell’azienda".

L’impianto che produrrà l’Ecoallene è in fase di montaggio ed è stato realizzato dalla società Amut di Novara, leader internazionale nella fornitura di macchinari per la lavorazione di materie plastiche grazie a un brevetto sviluppato completamente in Italia da un imprenditore e inventore italiano. Quando lo stabilimento sarà a regime, è prevista l’occupazione di circa 15/20 dipendenti.
5/07/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Il crollo del viadotto Morandi a Genova