Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Finanziamenti europei

Progetti europei contro il razzismo e la xenofobia. Fondi a disposizione

Combattere razzismo, xenofobia, l'omofobia e altre forme di intolleranza. Il programma Giustizia dell’Unione Europea finanzia progetti volti allo scambio di best practices tra i Paesi membri e alla creazione di nuovi approcci volti alla riduzione dei crimini riconducibili alla xenofobia e all’intolleranza
FINANZIAMENTI EUROPEI - Il bando mira a cofinanziare progetti transnazionali che siano in linea con l'obiettivo specifico del programma Diritti, Uguaglianza e Cittadinanza nel prevenire e combattere il razzismo, la xenofobia, l'omofobia e altre forme di intolleranza Il bando si articola su due linee di intervento: Best e Hate
 
 

Beneficiari: Qualsiasi soggetto giuridico, università o centro di ricerca stabilito nei 28 paesi UE (tranne Regno Unito e Danimarca, ma controllare ogni singolo bando), paesi EFTA/SEE (Norvegia, Islanda e Liechtenstein); paesi candidati; paesi ICPC (International Cooperation Partner Countries); Organizzazioni internazionali anche di paesi terzi non ICPC; soggetti giuridici sprovvisti di personalità giuridica, con responsabilità contrattuale e finanziaria. ONG (Organizzazioni Non Governative). Verificare il bando singolo per eccezioni.

 
Programma: GIUSTIZIA
Contributo a fondo perduto: massimo 80% dei costi totali eleggibili
Scadenza bando: 12/11/2014

Link: CLICCA QUI
Titolo bando: progetti volti a prevenire e combattere il razzismo, la xenofobia, l'omofobia e altre forme di intolleranza (JUST/2014/RRAC/AG)

Budget disponibile: 5.350.000,00 € per le due priorità
 

Azioni finanziabili linea di intervento “Best”

Migliori pratiche per prevenire e combattere il razzismo, la xenofobia, l'omofobia e altre forme d’intolleranza (BEST): le proposte presentate nell'ambito di questa priorità dovrebbero concentrarsi, in particolare, sullo scambio delle migliori pratiche per prevenire e combattere il razzismo, la xenofobia e l'omofobia e altre forme di intolleranza, ma non limitandosi alla lotta ai crimini ispirati dall'odio e dall'incitamento all'odio. Esse potrebbero riguardare ad esempio l'uso del diritto penale come risposta a questi fenomeni, così come altri strumenti (ad esempio, codici etici, community-building, sensibilizzazione).

 
Tipologie di azioni

Attività di apprendimento reciproco e di cooperazione, in particolare, progetti finalizzati alla condivisione delle migliori pratiche volte ad aumentare una prevenzione efficiente e risposte efficaci a crimini razzisti, xenofobi e omofobi, sia tramite il diritto penale che con altri mezzi.

Le attività dovrebbero consistere, per esempio, nella produzione di un manuale di alta qualità che riassuma le migliori pratiche e che potrebbe essere diffuso a tutte le parti interessate e/o la raccolta di attività formative basate su modelli già sperimentati. Un'ampia diffusione dei risultati e raccomandazioni concrete per le parti interessate in tutti i paesi partecipanti dovrebbero essere previsti nelle proposte.

 

Azioni finanziabili linea di intervento “Hate”

Monitoraggio e denuncia dei crimini ispirati dall'odio (hate in inglese) e dei discorsi di odio on-line (HATE): i progetti devono contribuire allo sviluppo di efficienti meccanismi di monitoraggio e di denuncia di crimini razzisti, xenofobi, omofobi e ispirati dall'odio nonché sui discorsi di odio on line, per migliorare i meccanismi di monitoraggio/denuncia già esistenti.

Tipologie di azioni

·      Monitoraggio e raccolta di dati circa l'esistenza di siti web xenofobi, omofobi razzisti nei paesi partecipanti;

·      Condivisione delle migliori pratiche, tra i paesi partecipanti, su meccanismi di comunicazione/denuncia di successo tra cui quelli che si basano sulla denuncia di terzi anonima o on-line.

·      Sviluppo di meccanismi di denuncia efficaci a disposizione delle vittime di crimini d'odio e/o creazione di reti di denuncia (speciale attenzione deve essere posta alla sostenibilità di tali meccanismi al di là della durata del progetto);

Le proposte dovrebbero includere un'ampia diffusione dei risultati alle parti interessate in tutti i paesi partecipanti e al pubblico più vasto, con l'obiettivo di incoraggiare le vittime o i testimoni di episodi razzisti o xenofobi a denunciare.
LAMORO scarl
Via Leopardi, 4 – 14100 Asti
0141.532516
info@lamoro.it


 
14/10/2014

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
La Notte dei Ricercatori 2018
La Notte dei Ricercatori 2018
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri