Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Piccoli settimanali crescono: grazie!

Il primo anno dell’esperienza cartacea è concluso. E’ stata una bella palestra. Potevamo fare meglio? Certo che sì. Siamo già al lavoro per capire come farlo e questo ultimo numero l’abbiamo dedicato a quello. Tante novità dal piglio diverso, dopo un anno di gavetta. A voi lettori, che ci seguite da vicino, supportandoci e bacchettandoci, grazie!
EDITORIALE - Il primo anno dell’esperienza cartacea è concluso. Avevamo promesso 32 uscite per vedere come ce la cavavamo. E’ stata una bella palestra. Abbiamo imparato cosa significa coordinare l’attività in tempo reale di un quotidiano online con l’approfondimento di un prodotto cartaceo settimanale. Abbiamo imparato che molte rigidità della carta sono utili ad usare più pensiero sui contenuti, che serve per avere più chiarezza nella linea editoriale dei giornali.

I temi che abbiamo toccato, almeno quelli da “primo piano”, hanno rappresentato per noi la sfida di raccontare il territorio sotto moltissimi punti di vista e l’entusiasmo di poter anche, con più calma, mettere in ordine le proposte, a fianco di quello che ci sembrava non andasse bene. Potevamo fare meglio? Certo che sì. Siamo già al lavoro per capire come farlo e questo ultimo numero l’abbiamo dedicato a quello. Interventi diretti dei ragazzi della città, una collaborazione con i giornalini scolastici, le comunità straniere che prendono posizione sull’idea di futuro di questo territorio, vignette (perché a volte è più leggero e bello disegnare che scrivere), il dialetto. Più opinione e rubriche, perché i fatti diventano importanti quando li si elabora e da quelli nascono proposte.

Queste ultime righe, come per tradizione, servono per i ringraziamenti. Ai nostri giornalisti da tutta la provincia, alla collaborazione con gli sportivi di Sprint e Sport, agli editori, ai collaboratori estemporanei, al territorio che ci ha dato tanto supporto e tanti stimoli, agli inserzionisti preziosi. A voi lettori, che ci seguite da vicino, supportandoci e bacchettandoci, grazie. A prestissimo!

[Vai in edicola e chiedi “AlessandriaNews e Sport”; in questo ultimo numero della stagione, abbiamo provato ad integrare nel nostro primo piano le voci dei giovani, dei migranti, degli alessandrini doc… del territorio, insomma. Una bella vignetta a mezza pagina completa il set di novità che abbiamo voluto sperimentare dopo un anno di gavetta. Non abbiamo trascurato gli approfondimenti sul capoluogo ne dal resto della provincia. Infine, come al solito, tutti i puntuali aggiornamenti del calcio del fine settimana, realizzati in collaborazione con Sprint e Sport. Clicca qui per scoprirli] 

8/05/2017
Alessio Del Sarto - redazione@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Le bici di Coppi: la presentazione
Le bici di Coppi: la presentazione
Città sporca e in ritardo sulla differenziata: pronti a rivedere le nostre strategie
Città sporca e in ritardo sulla differenziata: pronti a rivedere le nostre strategie
L’incontro dell’Ambasciatore della Somalia a conclusione della staffetta podistica
L’incontro dell’Ambasciatore della Somalia a conclusione della staffetta podistica
Posate sette pietre d’inciampo a ricordo degli alessandrini deportati nei lager
Posate sette pietre d’inciampo a ricordo degli alessandrini deportati nei lager
Visita tra il gelo e il freddo del Rifugio Cascina Rosa
Visita tra il gelo e il freddo del Rifugio Cascina Rosa
Visita al Gattile Sanitario in Alessandria
Visita al Gattile Sanitario in Alessandria
La mia Cittadella
La mia Cittadella
Cena di Natale alla Casa di Quartiere
Cena di Natale alla Casa di Quartiere
Siamo tutte bastarde. Il collettivo Non una di meno manifesta sotto la sede di Aries Tv
Siamo tutte bastarde. Il collettivo Non una di meno manifesta sotto la sede di Aries Tv
Alessandria-Pontedera 5-1. Il dopo gara
Alessandria-Pontedera 5-1. Il dopo gara