Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Editoriale

È una provincia per vecchi

E’ certamente un target che necessita di cure, politiche e spesa pubblica ma, a differenza di qualche decennio fa, rappresenta anche una colonna solida e fondamentale dell’economia e della società di oggi. Sono connessi, social e attivi. Meno male che ci sono... ma i ragazzi?

EDITORIALE - Ci sono quelli che faticano con una pensione scarsa e difficoltà di salute. Badanti, case di riposo, medicine. Ci sono quelli che stanno bene, con qualche risparmio da parte, attivi e vogliosi di non fermarsi. Aiutano i figli e i nipoti, spendono, fanno volontariato in settori importanti. Per popolazione degli “over” si intendono, per convenzione ormai un po’ datata, le persone sopra i 65 anni d’età. Soprattutto in territori come il nostro, per motivi di quantità, è un segmento fondamentale. E’ certamente un target che necessita di cure, politiche e spesa pubblica ma, a differenza di qualche decennio fa, rappresenta anche una colonna solida e fondamentale dell’economia e della società di oggi. Sono quelli che pagano una bolletta arretrata dei figli, garantiscono per il loro mutuo alle banche e passano ancora la “paghetta”. Sono quelli che vanno a prendere i nipotini quando escono da scuola perché i genitori lavorano fino a tardi ma non hanno comunque i soldi per la babysitter. Sono quelli che fanno vita associativa e politica, si interessano, si impegnano, assumono cariche e decidono. Sono quelli che spendono ancora qualcosa: vanno a teatro, al ristorante e comprano la casa nuova. Attraverso i loro interessi culturali o le loro esigenze di assistenza, rappresentano per i ragazzi un settore di sviluppo economico tra i più interessanti. Sono connessi, social e attivi: è una fase della vita in cui possono permettersi, al contrario di molta parte delle generazioni successive, di fare nuovi progetti. Meno male che ci sono. Ma i ragazzi?

[Vai in edicola e chiedi “AlessandriaNews e Sport”; in questo numero parliamo di terza e quarta età: problemi ma soprattutto risorse degli over65, vi raccontiamo degli ultimi movimenti politici in vista delle elezioni amministrative e commentiamo un po’ di scelte urbanistiche del capoluogo. Sono tanti gli altri argomenti di approfondimento alessandrino e provinciale, oltre che tutti gli aggiornamenti del calcio del fine settimana. Clicca qui per scoprirli]

13/03/2017
Alessio Del Sarto - direttore@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sentiero 200: sul Monte Giarolo partendo dalla val Borbera
Sentiero 200: sul Monte Giarolo partendo dalla val Borbera
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione