Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ginnastica artistica

A Torino il 'rompete le righe' della Forza e Virtù

Nell'ultima prova del Campionato Italiano di A grande prova delle sorelle Novello e di Carlotta Necchi. Ora, per la Forza e Virtù ci si avvia alla conclusione dell’anno sportivo con la tradizionale festa di fine corsi, Ginnasticando, che si svolgerà nei giorni 13-14 giugno
TORINO - E’ Torino la sede della prova finale del Campionato Italiano di serie A 2018 di Ginnastica Artistica. Nella bella cornice del Palavela, la Forza e Virtù è scesa in pedana con il sestetto tipo composto da Giulia Gemme, Valentina Massone, Carlotta Necchi, Emma Novello, Marta Novello e Lara Alberti.

In un clima particolare, tipico delle gare di addio, le ragazze di Novi hanno affrontato la prova con la consapevolezza di aver raggiunto il massimo possibile per quest’anno ma con la voglia di finire con grande dignità. Inoltre per alcune di loro sarebbe stata l’ultima gara, l’ultima di una carriera iniziata da bimbe e arrivata fino oltre i vent’anni. Chissà se nel tourbillon di emozioni che la competizione di per sé ti dà, hanno avuto il tempo di rivedere nella mente qualche immagine della loro vita di ginnaste, di quei lustri passati in palestra, le gioie e le amarezze, i periodi di difficoltà. Di certo quegli abbracci e le lacrime a fine gara rimarranno per sempre nei ricordi di chi sabato era lì e solo all’ultimo movimento dell’ultimo esercizio a corpo libero ha preso vera coscienza che un sogno durato oltre dieci anni stava finendo.

La gara nel complesso è filata via con qualche errore, ma come sempre in questa squadra, a un errore corrisponde una prestazione super di una compagna nello spirito che ha sempre contraddistinto questo gruppo, un gruppo vero e una bella squadra, vera, dove l’interesse individuale non ha mai prevalso su quello del team. Una grande gara è stata quella di Emma Novello, in tutti gli attrezzi, così come impeccabile è stata la Necchi (parallele-trave) e Marta Novello al volteggio. Meno brillanti del solito Gemme e Alberti, la prima che ha patito forse l’emozione dell’ultima volta mentre la seconda, giovanissima alla prima esperienza in serie A, condizionata da un problema fisico. Molto positiva invece la prova della Massone che ha gareggiato a volteggio e corpo libero. Forse resta un po’ di rammarico per non aver scalato una posizione, ma che si può chiedere di più a queste ragazze che tra lezioni ed esami universitari e impegni di lavoro sono comunque riuscite a ritagliarsi ore e giorni per allenarsi e portare a termine questo campionato molto più che dignitosamente?

Il prossimo anno sarà A2, sempre che, come spesso è accaduto, non venga stravolto il regolamento a campionato finito; possibilità tutt’altro che remota. Ora, per la Forza e Virtù ci si avvia alla conclusione dell’anno sportivo con la tradizionale festa di fine corsi, Ginnasticando, che si svolgerà nei giorni 13-14 giugno al Palazzetto dello Sport di via Pinan Cichero.
12/06/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali