Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Arquata Scrivia

Arquata, prestazioni mediche gratuite alle famiglie in difficoltà

"Un aiuto per ricominciare" - il progetto presentato ad aprile ad Arquata Scrivia e che persegue l’obiettivo di fornire un aiuto concreto alle persone in difficoltà e, allo stesso tempo, promuovere stili di vita adeguati - trova la prima applicazione pratica
ARQUATA SCRIVIA - “Un aiuto per ricominciare” - il progetto presentato ad aprile ad Arquata Scrivia e che persegue l’obiettivo di fornire un aiuto concreto alle persone in difficoltà e, allo stesso tempo, promuovere stili di vita adeguati - è proseguito e ora trova la prima applicazione pratica.

Durante la cena dello scorso anno erano stati raccolti 2.970 euro, accantonati in un fondo da destinare al "finanziamento delle prestazioni dei pazienti indigenti fornite gratuitamente e/o a prezzi agevolati che saranno segnalati dal Comune, previa verifica dei requisiti a cura della commissione sociale".

Amministrazione comunale arquatese e la cooperativa sociale Argos Lab
- due fra i promotori del progetto, insieme al Comune di Grondona e alla casa editrice Area Qualità - hanno firmato un accordo di collaborazione: Argos Lab, si legge nel testo dell’accordo, "intende attivare un servizio socio-assistenziale mirato alla popolazione indigente del territorio, volto ad aiutare le persone in difficoltà economica per curarsi e prevenire i disturbi derivanti dalle patologie del sistema motorio e cardiaco".

I passaggi per accedere alle cure saranno diversi: "prima ci dovrà essere la prescrizione da parte del medico di medicina generale o dello specialista – spiega Nicoletta Cucinella, assessore alle Politiche Sociali di Arquata - Poi la commissione sociale valuterà tutti i casi. Argos è una cooperativa sociale che vuole dare un ulteriore servizio ala cittadinanza e sopperire alle criticità della sanità pubblica e alla mancanza di mezzi e strutture".

Visita fisiatrica, cardiologica, ecocardio ed ecg rientreranno fra le prestazioni gratuite fornite, mentre è previsto un prezzo agevolato per elettroterapia, magnetoterapia, laser a bassa energia, kinesiterapia e holter cardiaco.

Come era stato ribadito anche durante la presentazione di aprile, “Un aiuto per ricominciare” non ha scadenza. "Valuteremo la risposta del territorio - conclude Cucinella - e le richieste che arriveranno. L’attenzione è rivolta anche ala promozione della salute e alla prevenzione, incentivando stili di vita adeguati".
11/02/2018
Lucia Camussi - l.camussi@ilnovese.info

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre