Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Farina, il ricordo dell'arbitro diventa un progetto per la prevenzione dei tumori

Un anno fa la scomparsa dell'arbitro Stefano Farina. Oggi Novi Ligure lo ricorda con un progetto di prevenzione dei tumori dedicato alle giovani generazioni. Prima un convegno, poi un triangolare di calcio in cui giocherà anche il figlio di Farina. Camillo Acri: "Stefano faceva grande il nome di Novi nel mondo"
NOVI LIGURE – Ha portato il nome della città di Novi Ligure in Europa e nel mondo. È stato uno dei più apprezzati fischietti del calcio italiano. E ora la sua figura sportiva sarà legata a un importante progetto di prevenzione dei tumori per le giovani generazioni. A istituire il primo memorial dedicato Stefano Farina – l’arbitro internazionale scomparso esattamente un anno fa a causa di una grave malattia – ci ha pensato l’amico e collega Camillo Acri: «Quella che si terrà giovedì prossimo, 31 maggio, sarà la prima edizione di un appuntamento che speriamo di riuscire a far diventare fisso».

Il programma della giornata sarà diviso in due momenti. Al mattino, a partire dalle 10.00, il museo del ciclismo di viale dei Campionissimi ospiterà un convegno dedicato alla prevenzione delle malattie oncologiche con Franco Montefiore (primario di Urologia al San Giacomo), Maria Grazia Pacquola (primario di Senologia all’ospedale di Tortona) e Paola Queirolo (oncologa del San Martino di Genova). Al pomeriggio, tutti allo stadio Girardengo per il triangolare di calcio tra le rappresentanze giovanili di Inter, Genoa e Novese. Il ricavato dell’ingresso, a offerta, sarà devoluto al reparto del San Martino che si occupa della ricerca sul melanoma.

Tra le fila della Novese giocherà anche Francesco Farina, il figlio di Stefano, tesserato per la Lupa Roma. Prevista anche la partecipazione degli studenti del liceo sportivo Amaldi. «E dovremmo avere con noi anche Paolo Casarin», dice Acri. Oggi commentatore televisivo su Rai-2, fu proprio Casarin, all’epoca designatore arbitrale, che fece esordire Farina in Serie A (in Foggia-Reggiana del 1995). Da quel giorno l’arbitrò novese collezionò altre 235 presenze nella massima divisione.

«Stefano era un arbitro “scomodo” – ricorda Acri – Sapeva tenere la schiena dritta, sul campo di gioco era una garanzia di imparzialità. Lo presi sotto la mia ala quando aveva 17 anni, mi accorsi subito che aveva talento, ma non mi aspettavo che sarebbe diventato così bravo. Speriamo che Novi possa prima o poi vantare un altro Farina».

La manifestazione è organizzata in collaborazione con l’amministrazione comunale, la Asd Novese e la locale sezione Aia.
23/05/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Lo spettacolo in carcere, ispirato a 900 di Baricco
Lo spettacolo in carcere, ispirato a 900 di Baricco
Sindaco e Imam alla festa di fine Ramadan
Sindaco e Imam alla festa di fine Ramadan
Festa di fine Ramadan 2018
Festa di fine Ramadan 2018
Alessandria: capitale della prevenzione oncologica
Alessandria: capitale della prevenzione oncologica
Casa delle Donne: luogo vivo e aperto alla città
Casa delle Donne: luogo vivo e aperto alla città
Stralessandria2018 le immagini della corsa quarto gruppo
Stralessandria2018 le immagini della corsa quarto gruppo
Cerimonia al cimitero di Alessandria
Cerimonia al cimitero di Alessandria
Bando Idealitu: aspettiamo le vostre idee!
Bando Idealitu: aspettiamo le vostre idee!
Commemorata la rivolta nel carcere di Alessandria
Commemorata la rivolta nel carcere di Alessandria