Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Terza Categoria

La Novese ne fa quattro al Villaromagnano e allunga in classifica

Un altro tassello per la Novese che batte 4-0 il Villaromagnano e prende le distanze dalle inseguitrici approfittando del pari fra Pizzerie Muchacha Alessandria e Boschese
NOVI LIGURE - Un altro tassello per la Novese che batte 4-0 il Villaromagnano e prende le distanze dalle inseguitrici approfittando dello scontro diretto fra Pizzerie Muchacha Alessandria e Boschese perché lo 0-0 di Alessandria ha permesso alla Novese di avere quattro lunghezze di vantaggio sulle concorrenti, un piccolo tesoretto da far fruttare in vista degli scontri diretti che i biancocelesti affronteranno tutti lontano dal Girardengo.

Col Villaromagnano la Novese ha dato prova di maturità, evitando di farsi condizionare dal campo da gioco pesante e trovando il gol con calma, senza farsi prendere dalla frenesia che nei minuti iniziali aveva esaltato le doti del portiere ospite e messo in risalto la mira per una volta imprecisa degli avanti biancocelesti. La forza della capolista è stata quella di attendere con pazienza il momento opportuno per insaccare che si è materializzato al 25’ con la rete di Kraja, paradossalmente in contropiede a campo aperto con la rete della punta che si è fatta perdonare così un paio di leggerezze offensive.

Se nel primo tempo il Villaromagnano ha dato lì impressione di essere squadra ordinata e coordinata, nella ripresa, i tortonesi hanno un po’ allargato le maglie della loro trama permettendo alla Novese di prendere il largo anche se il 2-0 di Manfrinati è nato per un errore di valutazione della retroguardia ospite. Poi, nell’ultimo quarto d’ora Paolo Ravera in mischia e Filippo Giordano hanno ampliato il risultato permettendo alla loro squadra di migliorare la differenza reti.

Mister Balsamo può essere soddisfatto
del risultato e della prestazione anche perché i suoi ragazzi praticano sempre un calcio ragionato e manovrato, dove la palla non la si butta quasi mai via ma la si fa girare. Da profondo conoscitore del calcio quale è, Balsamo però avrà notato che non sempre tutto riesce alla perfezione e che troppe volte il giro palla finisce per regalare il pallino del gioco ai rivali per errori di valutazione o di eccesso di fiducia nei mezzi dei singoli. Davanti il potenziale è enorme ma in mezzo al campo a volte serve indossare i casco e mettersi in trincea lasciando da parte le giocate fini. Dettagli forse ma è dai piccoli particolari che si vince un campionato perché la difesa è solida e dispone di alternative mentre in mezzo la mancanza di Debenedetti (assente per squalifica al pari di Canegallo che invece non c’era per un problema fisico che non gli dovrebbe impedire di essere in campo domenica) si è fatta sentire perché mancava un ragioniere in grado di capire quando era ora di aumentare o diminuire i giri del motore. In attesa della volta finale di primavera a cui la Novese dovrà farsi trovare pronta soprattutto per condizione fisica (e le premesse sono buone perché dopo un’ora di gioco i biancocelesti crescono e gli avversari calano) negli scontri diretti anche se prima ci sono altre insidie e la prima porta il nome di Stazzano, prossimo avversario nella trasferta di domenica.
12/03/2018
Maurizio Iappini - sport@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo
Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo