Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Mountain bike, i Cinghiali confermano il primato nella Alexandria Cup

Classico appuntamento di Pasquetta in quel di Sezzadio, dove si corre il trofeo di mountain bike "Festa delle Viole", quest'anno valido anche come terza prova della Alexandria Cup. La classifica, ancora una volta, ha premiato i Cinghiali di Novi Ligure, che consolidano il primo posto e confermano di essere la squadra da battere
SEZZADIO – Classico appuntamento di Pasquetta in quel di Sezzadio, dove si corre da diversi anni il trofeo di mountain bike “Festa delle Viole”, quest’anno valido anche come terza prova della Alexandria Cup. La classifica a squadre, ancora una volta, ha premiato i Cinghiali di Novi Ligure, che consolidano il primo posto nell’Alexandria Cup e confermano di essere la squadra da battere.

Ottimi i risultati dei biker novesi. Elia Corte, in categoria G1, è arrivato quarto. In categoria G3, primo posto per Tommaso Trezza e terzo per Davide Simonelli; più distanziati Simone Fracchetta (9°), Giacomo Guastoni (10°) e Nicolò Corte (11°). Tra i G4, quinta posizione per Filippo Guido, decima per Jacopo Baccaglini e undicesima per Umberto Murgioni.

Nella categoria G5, Pietro Moncalvo si piazza quarto e Vasco Pastorino ottavo. Sfortunata invece la prova di Alice Saponaro che, a causa di una foratura, pur trovandosi in terza posizione è costretta al ritiro.
Nella categoria G6 continua la marcia inarrestabile di Filippo Musso, che con la vittoria a Sezzadio conquista la terza medaglia d’oro su tre prove. Buona la prestazione di Matilde Tacchino, che conquista il terzo gradino del podio e preziosissimi punti di campionato. Gara sfortunata invece per Alessia Silvano che, a causa di una brutta caduta durante l’ultimo giro, è costretta al ritiro.

Soddisfazione per Elia Canobbio, il piccolissimo di soli quattro anni, ormai diventato la “mascotte” dei Cinghiali, che ha conquistato la terza posizione nel giocociclismo, la categoria che comprende i bambini al di sotto dei sette anni al primo approccio con la mountain bike.
21/04/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sentiero 200: sul Monte Giarolo partendo dalla val Borbera
Sentiero 200: sul Monte Giarolo partendo dalla val Borbera
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione