Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Chiude "Giulio", 38 anni di ristorazione ovadese

Al suo posto aprirà, dopo la ristrutturazione in corso, il Panda, cucina cinese e sushi. Gli attuali gestori Luciano e Flora: "Grazie ai tanti affezionati che ci hanno dato fiducia"

OVADA - Chiude il Ristorante “Giulio” di Via Gramsci. Al suo posto aprirà il “Panda” con una cucina cinese e sushi. La svolta dopo trentotto anni di attività per il popolare Luciano Pizzi con la moglie Flora Castellari. Il ristorante “Giulio” ha rappresentato un pezzo di storia della ristorazione ovadese. Originariamente gestito da Giulio Giacobbe in via Voltegna, si spostò nell’attuale collocazione dove conservò nome e fu gestito dal suo creatore per altri dieci anni.

Luciano e la moglie Flora arrivarono ad Ovada giovanissimi e subentrano il 1 settembre del 79, Lui 31 anni e Lei 19 anni, con alle spalle esperienze a Milano alla Trattoria “Idroscalo” e a Fontanelice in provincia di Imola alla “Ruota”. Tanti sono i ricordi che sfiorano alla mente Luciano e Flora; l’arrivo in Ovada e l’impatto all’Albergo “Italia” con il famoso Pietro il personaggio che amava divertirsi con chi incontrava, la numerosa clientela che avevano saputo coinvolgere con quello slogan “pance piene e poche spese” e la cucina bolognese ma soprattutto la nascita delle figlie Pamela e Renata.
“Dobbiamo ringraziare veramente tutti – afferma Flora – per la fiducia che ci è stata data e l’apprezzamento della nostra cucina”.Ora sono in svolgimento i lavori da parte dei nuovi titolari cinesi, in Ovada da circa due mesi. Il titolare Liu Ianmin proviene da un’esperienza anche come cuoco di venticinque anni a Firenze, con lui in servizio Francesco Liu  e il socio Dai Bisheng.

11/08/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Le bici di Coppi: la presentazione
Le bici di Coppi: la presentazione
Città sporca e in ritardo sulla differenziata: pronti a rivedere le nostre strategie
Città sporca e in ritardo sulla differenziata: pronti a rivedere le nostre strategie
L’incontro dell’Ambasciatore della Somalia a conclusione della staffetta podistica
L’incontro dell’Ambasciatore della Somalia a conclusione della staffetta podistica
Posate sette pietre d’inciampo a ricordo degli alessandrini deportati nei lager
Posate sette pietre d’inciampo a ricordo degli alessandrini deportati nei lager
Visita tra il gelo e il freddo del Rifugio Cascina Rosa
Visita tra il gelo e il freddo del Rifugio Cascina Rosa
Visita al Gattile Sanitario in Alessandria
Visita al Gattile Sanitario in Alessandria
La mia Cittadella
La mia Cittadella
Cena di Natale alla Casa di Quartiere
Cena di Natale alla Casa di Quartiere
Siamo tutte bastarde. Il collettivo Non una di meno manifesta sotto la sede di Aries Tv
Siamo tutte bastarde. Il collettivo Non una di meno manifesta sotto la sede di Aries Tv
Alessandria-Pontedera 5-1. Il dopo gara
Alessandria-Pontedera 5-1. Il dopo gara