Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

''E...state qui'': al via la prima fase al Pertini con la Parrocchia

Prenderanno il via a metà della prossima settimana le attività realizzate dai volontari della Parrocchia Nostra Signora Assunta di Ovada, che si occupa dei primi 18 giorni del centro estivo ovadese
OVADA - Prenderà il via mercoledì prossimo, 13 giugno, la 22° edizione di "E...state qui!", il centro estivo ovadese che - da qualche anno - si sviluppa su due fasi. La prima - di competenza della Parrocchia Nostra Signora Assunta di Ovada, con il supporto degli animatori del Borgallegro, degli scout e delle insegnanti delle scuole - avrà una durata di 18 giorni, con partenza a metà della prossima settimana e gran finale previsto per venerdì 6 luglio, con la gita alla piscina "Bolle Blu" di Borghetto Borbera. Una meta che sarà raggiunta dai ragazzi anche nei due martedì precedenti (19 e 26 giugno), mentre nel calendario definitivo delle attività spiccano le trasferte a San Venanzio (passeggiata sulle colline ovadesi, 15 giugno), la visita al Castello di Piovera (22 giugno), l'incontro diocesano dei centri estivi a Masone (27 giugno) e alla miniera didattica di Gambatesa, in Liguria, (29 giugno) e alla Minitalia-Leolandia, nel bergamasco (4 luglio). Il resto, con un programma quotidiano che va dalle ore 8.00 (con l'accoglienza) alle 17.00, si svolgerà al parco Pertini. 

«La giornata tipo – spiegano Maddalena Lantero e Alessandro Alzepiedi, rappresentanti dei 44 educatori opportunamente formati in queste settimane, come ricordato dal parroco Don Giorgio Santi – va dalle 8.00 alle 17.30. Per quanto riguarda il pranzo sarà possibile fermarsi presso la Famiglia Cristiana (al sacco o servito dalla Camst), dove dal 4 al 6 giugno raccoglieremo le iscrizioni, o andare a casa. Nel pomeriggio proseguiranno i giochi e le attività, seguendo il filo conduttore (“All’opera”) di questa edizione». Il tema portante di quest'anno rappresenta una sorta di proseguo di quel "Detto fatto" scelto nel 2017, con la volontà di analizzare e riflettere sulle opere realizzate dall'uomo. A tal proposito, tra le novità inserite nel programma definitivo, è prevista una collaborazione con la Casa di Carità di Ovada, che proporrà 3 laboratori da realizzare nei giovedì del mese di giugno. La quota d’iscrizione settimanale ammonta a 25 euro, gite escluse. I pomeriggi in piscina al Geirino sono compresi nel prezzo, mentre le trasferte a Masone (10 euro), alle Bolle Blu (15 euro), al Castello di Piovera, alla miniera didattica di Gambatesa e a Minitalia-Leolandia (20 euro per ciascuno degli ultimi due appuntamenti citati) è previsto un costo a parte. L'importo per l'acquisto dei buoni pasto ammonta invece a 5 euro. In caso di maltempo le attività si svolgeranno al coperto. 

 
8/06/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo
Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo
Incendio alle Capanne di Marcarolo: le operazioni dei Vigili del Fuoco
Incendio alle Capanne di Marcarolo: le operazioni dei Vigili del Fuoco
Tim Cup: Alessandria-Giana Erminio 0-1 Le foto di Gianluca Ivaldi
Tim Cup: Alessandria-Giana Erminio 0-1 Le foto di Gianluca Ivaldi
Centauri 2018: primo gruppo
Centauri 2018: primo gruppo
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Inaugurato il nuovo Centro Giovani ai Giardini Pittaluga
Inaugurato il nuovo Centro Giovani ai Giardini Pittaluga
Operazione Black and White dei Carabinieri contro il capolarato
Operazione Black and White dei Carabinieri contro il capolarato