Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Maggioranza: Rifondazione sbatte la porta

Il Comunicato ufficiale parla di decisione presa dalla maggioranza degli iscritti. Scaricato l'assessore alle Politiche Sociali, Simone Subbrero. "Sono sorpreso - il commento di quest'ultimo - ma avevo già deciso di non ricandidarmi"
 OVADA - Rifondazione Comunista non fa più parte non fa più parte dell’attuale maggioranza nel comune di Ovada. “A seguito di un confronto interno con la maggioranza degli iscritti – spiega il segretario di zona Corrado Morchio – abbiamo preso questa decisione a fronte di una politica locale che in questi anni ha visto poche soluzione”. La scarsa attenzione alle problematiche sociali,  l’accentuarsi della privatizzazione in sanità, una politica in generale miope le motivazioni addotte. In questo contesto Rifondazione chiarisce anche la sua posizione verso Simone Subbrero (nella foto), l’attuale assessore alle Politiche Sociali, candidato nel 2014 con “Insieme per Ovada” la lista che ha sostenuto la candidatura di Paolo Lantero. “Tutte le dichiarazioni, gli atti, le proposte e le azioni del signor Subbrero – si legge nella nota datata 29 dicembre 2017 – sono da attribuire e impegnano soltanto la sua persona e non possono essere in alcun modo considerate come atti o azioni ascrivibili al nostro partito”. “Sono un po’ sorpreso – il commento del diretto interessato – Anche nel 2017 Ovada è stato il comune con la spesa sociale più alta. Credo che chi ha scritto queste righe non sappia nemmeno di cosa sta parlando. Per quanto riguarda la mia persona, ho già comunicato l’intenzione di concludere questi cinque anni e non ricandidarmi e lo confermo. Mi provoca un po’ d’amarezza, dopo 24 anni di attività politica pensare che debba finire così”. Ridotto all’osso il commento del sindaco Paolo Lantero: “Sono scelte di un partito, non possiamo non accettarle. Voglio però precisare che abbiamo sempre speso per le politiche sociali. Addirittura a fine anno abbiamo aggiunto un contributo straordinario di 20 mila euro al Consorzio per situazioni di disagio”. Nell’immediato non cambia nulla: Subbrero rimarrà all’interno della Giunta. Da verificare gli scenari in vista del 2019 con un occhio alla dinamica locale e una a quella nazionale dove negli ultimi anni la forbice tra le politiche attuate dal Partito Democratico e quelle promulgate dall’estrema sinistra si è ulteriormente allargata.

 

10/01/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi