Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Nescio Ensemble: un concerto all'ospedale di Ovada per pazienti e volontari

Un concerto non convenzionale per i 12 membri del gruppo olandese, che hanno risposto "presente" all'appello di una loro connazionale, desiderosa di fare un regalo a tutti i degenti e ai volontari che operano presso la struttura di via Ruffini.
OVADA - Da Amsterdam all'altrio del reparto Medicina e Oncologia dell'ospedale di Ovada. Un concerto non convenzionale anche per i 12 membri del gruppo "Nescio Ensamble", che hanno risposto "presente" all'appello di una paziente olandese, Claire, che ha deciso di fare un regalo a tutti i degenti e ai volontari che operano presso la struttura di via Ruffini. Le arie di Puccini e le principali opere degli autori di musica classica hanno raggiunto le varie corsie, con un centinaio di persone che hanno assistito direttamente alla performance, durata poco meno di un'ora. "Per noi - spiega Sophie Vroegop (viola) - è stata una grande emozione suonare all'interno di un ospedale per i pazienti". A fianco a lei Kasper Stern (contrabbasso) conferma. "Direi che, come gruppo, è la prima volta che ci capita. Ma a qualcuno di noi è già capitato in precedenza".

Stasera, a partire dalle ore 20.00, l'orchestra replicherà presso la Cascina Montebi di Trisobbio, per la prima tappa dell'European Tour. "Non è la prima volta - proseguono i due - che ci capita di suonare in paese. Già qualche anno fa eravamo stati lì per un concerto". Dopo il Basso Piemonte, la rassegna proseguirà fino al 15 luglio, con due concerti in Svizzera (di cui uno il 9 luglio a Ginevra), tre in Francia ed uno in Belgio, prima del gran finale ad Amsterdam (15 luglio). I violini di Floortje Beljon, Panos Charalampidis, Ian de Jong, Cisem Özkurt, Simone Tamminga, Ana Termeulen, oltre alle viole di  Tseroeja van den Bos, Marnix Verberne, Sophie Vroegop, ai violoncelli di  Pau Marques i Oleo ed Eva van Schaik e al contrabbasso di Kasper Stern hanno ricevuto un caloroso applauso dai presenti, visibilmente incuriositi e soddisfatti dalla performance artistica. Una musica che si allinea al forte messaggio di unità e solidarietà destinato all'Europa, citata a più riprese (anche durante l'esecuzione di un brano, "l'Europa vista dal mare") nel corso del concerto. 
7/07/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Il crollo del viadotto Morandi a Genova