Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Ufficio affissioni, dipendenti in sciopero: ''Senza stipendio da mesi''

Giornata di sciopero e volantinaggio lungo le vie del centro storico per i due dipendenti della Tribute Service che operano a Ovada. Al loro fianco la Fiom Cgil, che denuncia: "Da mesi non prendono lo stipendio".
OVADA - Giornata di sciopero, con volantinaggio lungo le vie del centro storico, per i dipendenti del servizio affissioni e pagamento tributi del Comune di Ovada. Dal presidio di via Buffa, dove due lavoratori operano quotidianamente per conto della ditta appaltatrice (la "Tribute Service" di Bari), alla tradizionale "vasca" - particolarmente frequentata dagli ovadese nei giorni di mercato - per raccontare quanto successo negli ultimi mesi. "Ad oggi - ha dichiarato Anna Poggio della Fiom Cgil di Alessandria che, insieme ad altri rappresentanti del sindacato, ha distribuito alcuni volantini esplicativi tra piazza XX settembre, via Cairoli, via San Paolo e piazza Assunta - il dipendente che (da 30 anni) si occupa del servizio non ha ricevuto la tredicesima né gli stipendi dei primi cinque mesi del 2018".

Tra le incongruenze segnalate dal sindacato c'è anche il contratto da metalmeccanico fatto firmare nel 2010 per lo svolgimento di questa attività. Dallo scorso marzo (unico mese pagato finora dall'azienda) è stata affiancata una seconda figura che si occupa dell'affissione dei manifesti ("preparando la colla a casa - ha dichiarato - perché in ufficio non c'è posto"), in seguito alle dimissioni di un collega. "La FIOM CGIL, oltre ad aver messo a disposizione un legale per le ingiunzioni - prosegue Poggio -, ha chiesto all’Amministrazione comunale di Ovada di bloccare i pagamenti all’azienda in questione per poter girare i soldi al lavoratore, visto la responsabilità in solido. Ci è stata data disponibilità a tutto ciò, ma l’iter burocratico ha tempi lunghi e nel frattempo il lavoratore svolge un servizio per il Comune, senza essere pagato!". L'alternativa, solo ipotizzata nel corso della mattinata, è che Palazzo Delfino torni ad occuparsi in prima persona del servizio, senza appaltarlo a ditte terze. "Oggi l’Amministrazione Comunale di Ovada - la nota di commento di Palazzo Delfino - ha ricevuto una delegazione sindacale, a margine di una manifestazione pubblica a sostegno delle rivendicazioni dei dipendenti di un’azienda che – a seguito di regolare gara – svolge servizi per conto del Comune. L’Amministrazione condivide le preoccupazioni dei dipendenti e delle organizzazioni sindacali e continuerà ad impegnarsi con tutti i mezzi, ovviamente nel rispetto delle norme vigenti, per far sì che la difficile situazione sia superata".
 
7/06/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
La Notte dei Ricercatori 2018
La Notte dei Ricercatori 2018
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre