Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Società

I campus per famiglie di bambini con deficit di attenzione e iperattività e del disturbo oppositivo provocatorio

Un’esperienza unica di parent e child training da non perdere: l’Associazione Movi-ment, Famiglie Adhd Vco, organizza dall’8 al 10 giugno un week end a Druogno
SOCIETA' - Il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (adhd) e/o del disturbo oppositivo provocatorio (dop) provoca all’interno delle famiglie un forte stress, tensione, affaticamento, sia per il bambino che ne è affetto, sia per eventuali fratelli, che per i genitori. Per il bambino, sono frustranti le difficoltà nello svolgere qualunque tipo di compito ogni giorno, che sia scolastico o di altro genere, e nello stabilire relazioni positive con gli altri, inoltre i rimproveri sono continui, incessanti e inevitabilmente può derivarne un calo dell’autostima. Dal canto loro, i genitori sono messi a dura prova dal continuo movimento e dal comportamento spesso eccessivo del figlio. Sebbene non esista una "cura" risolutiva, è possibile – e necessario – migliorare significativamente la qualità della vita e delle relazioni familiari attraverso un lavoro psicoeducativo. Un intervento efficace deve prevedere, infatti, anche il coinvolgimento degli adulti e deve essere finalizzato all’aumento del benessere sia del bambino, sia delle persone che rappresentano il suo principale contesto relazionale.

Un’occasione per aiutare questi bambini, e le loro famiglie, a vivere quel “positive time” di cui hanno tanto bisogno per relazionarsi con i loro pari (fratelli e amici) e con gli adulti di riferimento, consentendo di esprimere al meglio le loro potenzialità, sono i Campus per bambini con adhd, durante i quali le competenze di specialisti differenti (psicologi, pedagogisti, neuropsicomotricisti e tutor adhd) entrano in gioco, in maniera integrata, proponendo attività di child training e di parent training al fine di guidare e promuovere lo sviluppo di corrette modalità relazionali sia da parte del bambino che dei genitori, individuando le strategie più efficaci per far fronte con successo ai comportamenti problematici.

Attraverso giochi ed esperienze di gruppo i bambini impareranno strategie per potenziare l’attenzione, controllare l’impulsività, ridurre alcuni degli atteggiamenti oppositivi che ne ostacolano l’integrazione e compromettono il clima anche in ambito familiare. Grazie a una serie di incontri di parent training condotti da trainer esperti e a esperienze pratiche guidate consistenti in attività condivise con i figli mediate da Tutor esperti in tecniche psico- educative, i genitori potranno sperimentare strategie e tecniche per migliorare la gestione quotidiana dei bambini e favorire lo sviluppo di un clima positivo.

Ma l’obiettivo principale, e il motivo conduttore, di queste esperienze resta sempre quello di far vivere a queste famiglie la sensazione di accoglienza, comprensione, accettazione, di unione circondati da persone che si capiscono, che....” parlano la stessa lingua” per le quali tutto è normale .

Per chi fosse interessato a vivere tale esperienza l’Associazione Movi-ment, Famiglie Adhd Vco, organizza dall’8 al 10 giugno un week end a Druogno (Vb).
15/05/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali