Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

50 posti di medicina ad Alessandria: festeggia tutta la politica (attribuendosene il merito)

Ecco le prime dichiarazioni alla notizia dell'avvio del corso di Medicina e Chirurgia nel nostro capoluogo: l'obiettivo di tutti sarà quello di collaborare per garantire un futuro a questa importante opportunità, ma i commenti per ora dividono piuttosto che unire...
ALESSANDRIA - La notizia non ha fatto quasi in tempo ad essere diffusa che già i comunicati stampa e post sui social network fiorivano copiosi: se sia da destra che da sinistra c'è il richiamo alla necessità di fare rete per valorizzare quella che viene considerata una grandissima opportunità per il nostro capoluogo, il primo atto di ciascun schieramento è stato però quello di rivendicare in prima persona il merito per il risultato ottenuto. 

I fatti
La conferenza stampa ufficiale si terrà lunedì presso il Disit, il dipartimento che ospiterà il nuovo corso, ma ormai lo si può dire con certezza: Alessandria avrà una nuova facoltà da mettere a disposizione dei suoi studenti, vale a dire quella che medicina e chirurgia, con 50 posti subito disponibili per le prime matricole, e piani per ampliarne il numero nel corso degli anni a venire. 

I commenti
Oltre alla soddisfazione ufficiale del Comune e del sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco, già riportati nell'articolo disponibile al link sovrastante, diverse realtà del mondo politico hanno festeggiato la notizia, non mancando di sottolineare quando tutti abbiano giocato un ruolo importante. 

L'assessore regionale alla Sanità, Antonio Saitta (nella foto), racconta: "“Ho lavorato a lungo, come coordinatore degli assessori regionali alla Sanità, per raggiungere questo obiettivo, con le istituzioni del territorio. Sono particolarmente soddisfatto perché i 50 futuri medici che si formeranno ad Alessandria faranno il loro tirocinio all’Azienda ospedaliera che diventerà sede di formazione sul campo. Con l’aumento dei posti disponibili diamo le prime risposte concrete alla carenza di medici che è una delle emergenze nazionali sulle quali stiamo lavorando e che abbiamo rappresentato al Ministro della Salute nel nostro primo incontro istituzionale.”

Rita Rossa, ex sindaco di Alessandria, esprime così la propria gioia: "si tratta di un risultato frutto dell'impegno del territorio, un'ambizione che insieme con l'Università abbiamo costruito quando ancora ero Sindaco di Alessandria e che abbiamo sostenuto anche nel nostro ruolo di opposizione con gli emendamenti al Programma di mandato e al Documento Unico di Programmazione. Una buonissima notizia che cambia le prospettive del futuro di tutta la nostra provincia".

E sulla stessa lunghezza d'onda sono anche i commenti di altri esponendi del Pd, come il segretario regionale Domenico Ravetti e l'ex senatore Daniele Borioli, che in una conferenza stampa convocata subito dopo la notizia sottlineano: "è un risultato storico per la città, capace di portare nel tempo un cambiamento epocale, una sfida che andrà colta con il lavoro di tutte le istituzioni, chiamate a collaborare perché questa opportunità rappresenti un valore aggiunto anche per la qualità dei servizi offerti dall'Ospedale di Alessandria ai cittadini, e il primo passo per ragionamenti più ampi in merito a quello che può diventare un polo di eccellenza sul territorio, magari riuscendo a puntare sulla costituazione di un istituto di ricovere e cura a carattere scientifico, sul tema delle patologie ambientali".  

Di avviso diverso è però Riccardo Molinari, attuale capogruppo alla Camera per la Lega Nord (nella foto), che assegna al centro destra i merita per quanto ottenuto, in contrapposazione con la gestione precedente: "Grazie alla Lega, finalmente, Alessandria avrà la sua facoltà di medicina. Arriva infatti il decreto del governo che assegna i 50 posti di medicina ad Alessandria. Ringraziamo il ministro dell'istruzione Bussetti che ha finalmente sbloccato la richiesta del Piemonte orientale dopo tanti anni di attesa. Alla Lega è bastato un mese. Un risultato che premia l'impegno di tutti: fin dal primo giorno infatti insieme a Rossana Boldi, all'UPO e all'Ospedale di Alessandria, abbiamo lavorato per ottenere questo risultato. A pochi giorni dall'insediamento di questo esecutivo è già arrivato un provvedimento essenziale per la città e per tutto il territorio. Risposte concrete. Il lavoro della Lega è appena iniziato". 
30/06/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centauri 2018: primo gruppo
Centauri 2018: primo gruppo
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Inaugurato il nuovo Centro Giovani ai Giardini Pittaluga
Inaugurato il nuovo Centro Giovani ai Giardini Pittaluga
Operazione Black and White dei Carabinieri contro il capolarato
Operazione Black and White dei Carabinieri contro il capolarato
Festival prevenzione e innovazione in oncologia ad Alessandria
Festival prevenzione e innovazione in oncologia ad Alessandria
La visita di Brumotti all'ospedale infantile Cesare Arrigo
La visita di Brumotti all'ospedale infantile Cesare Arrigo
Lo spettacolo in carcere, ispirato a 900 di Baricco
Lo spettacolo in carcere, ispirato a 900 di Baricco