Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Casale Monferrato

Al tavolo per gli animali d'affezione si è parlato del gattile

Durante l'incontro si è anche discusso sulla realizzazione di aree dedicate allo sgambamento dei cani
CASALE MONFERRATO - Si è tenuto nei giorni scorsi il secondo incontro del Tavolo tecnico per la tutela degli animali da affezione, a cui hanno partecipato, oltre all’assessore Luca Gioanola e alla dirigente Piercarla Coggiola, Patrizia Portalupi, presidente associazione Non solo gatti Onlus, Marta Dulla e Mario Lo Mastro, dell’associazione Non solo gatti Onlus, Claudia Lustrissimi, presidente associazione Lega nazionale del cane nonchè referente per il canile Baulandia, Gianluca Scagliotti, dell’associazione Lega nazionale del cane, Michele Ardizzone, medico veterinario, Pier Felice Scagliotti, medico del Servizio veterinario ASL di Casale Monferrato, Angelo Seghesio, Medico del Servizio veterinario ASL nonché responsabile dello Sportello per gli animali d’affezione, Fiorenzo Borlasta, direttore Cosmo Spa, e Arianna Boccalatte, della Cosmo Spa.
«Da questo secondo incontro – ha spiegato l’assessore Luca Gioanola - sono nate nuove, importanti e concrete novità e progettualità: la prima è sicuramente il via allo studio per la realizzazione dell’atteso gattile».
Durante l’incontro, a questo proposito, si è deciso che i rappresentanti dell’associazione Nonsologatti, della Lega Nazionale Difesa del Cane e di Cosmo si confrontino direttamente con l’Asl per le necessarie indicazioni tecniche che possano consentire una prima bozza progettuale; da trattare nel prossimo appuntamento del tavolo tecnico in Comune. Seguirà anche la definizione delle linee progettuali per la realizzazione di un rifugio per gatti, struttura che, sarà affrontata dopo il gattile.
Tra gli altri argomenti trattati anche quelli relativi ai cani: «Si è iniziato a discutere – ha proseguito l’assessore Gioanola - della realizzazione di alcune aree, che dovranno essere delimitate, dedicate allo sgambamento dei cani. Queste dovranno sorgere in più punti della città, con priorità nei siti in vicinanza a parchi e giardini. Non si è dimenticato un altro problema che interessa alcune zone della città: l’abbandono delle deiezioni canine. Su questo fronte, si adotteranno, in modo anche partecipato, iniziative informative e di controllo che interessino l’intero territorio cittadino».
28/04/2015

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa