Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Alessandria un po' più “smart” con la “App del cittadino”

E' stata approvata in sede di Consiglio comunale la mozione che entro 180 giorni renderà la nostra città un po' più "smart". Una proposta del Movimento 5 Stelle che prevede “con un investimento minimo, che il comune aderisca ad un servizio gestionale informatizzato che consentirà agli alessandrini di inviare dal proprio smartphone o da pc segnalazioni riguardanti l'abbandono di rifiuti, lampioni non funzionanti, strade e marciapiedi dissestati ed altre forme di degrado urbano direttamente agli uffici comunali”
 ALESSANDRIA - Entro 180 giorni Alessandria potrebbe diventare una città un po' più "smart". Questo grazie alla mozione presentata dal Movimento 5 Stelle sulla istituzione di una “App del cittadino” che possa comunicare attraverso segnalazioni direttamente con Palazzo Rosso. Una mozione che è stata accolta e approvata a maggioranza assoluta dal Consiglio comunale dello scorso 17 maggio.

"Con un investimento minimo, il comune si è impegnato ad aderire ad un servizio gestionale informatizzato che consentirà agli alessandrini di inviare dal proprio smartphone o da pc segnalazioni riguardanti l'abbandono di rifiuti, lampioni non funzionanti, strade e marciapiedi dissestati, atti di vandalismo ed altre forme di degrado urbano direttamente agli uffici competenti” spiega Francesco Gentiluomo consigliere pentastellato firmatario della mozione.

“In Alessandria ogni giorno -spiega Francesco Gentiluomo- sono in aumento le criticità che riguardano il degrado urbano e occorre ogni sforzo possibile per agevolarne efficacemente il contrasto. Lo scopo di questo intervento, quasi a costo zero, è di ottimizzare il lavoro di chi già ogni giorno provvede a smistare le segnalazioni pervenute per telefono o via mail attraverso una gestione organizzata delle informazioni”.

Con questa “App” i cittadini potranno in tempo reale inviare segnalazioni, corredarle di foto e di una precisa geolocalizzazione del problema. Questo consentirà al Comune di organizzare in maniera più rapida gli interventi di manutenzione e di fornire al cittadino tutte le risposte e gli aggiornamenti sullo stato della propria segnalazione.

“Si tratta di un piccolo passo che procede nella direzione di assottigliare la distanza che si è venuta a creare tra cittadino e istituzioni e che fa parte di tutta una serie di misure, contenute nel nostro programma elettorale per le scorse amministrative, volte a stimolare il coinvolgimento e l'interazione dei cittadini con l'amministrazione comunale” spiega Gentiluomo. Che conclude: “siamo sicuri che gli Alessandrini apprezzeranno questa novità dato che attualmente sono molti coloro che cercano risposte ai problemi quotidiani avvalendosi spesso dei Social e faticano a trovare risposte. Trovare un riscontro in tempi rapidi contribuirà ad incrementare il senso di soddisfazione dei nostri concittadini e ad aumentare la fiducia nelle istituzioni, sempre che dietro a chi riceve la segnalazione ci sia un'amministrazione in grado di far fronte ai problemi della città che sono, ahimè, ogni giorno più evidenti”.
22/05/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi