Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Tortona

Monumenti cittadini: a che punto siamo?

Nel pomeriggio di giovedì 10 la commissione lavori pubblici del consiglio comunale ha effettuato una serie di sopralluoghi negli immobili comunali attualmente oggetto di intervento, per verificare l'andamento dei lavori e lo stato delle strutture
 TORTONA - La foto descirve l'attuale situazione della Torre del Castello, almeno ancora per qualche settimana, fino a quando saranno completati i lavori di consolidamento e restauro. Attualmente il momumento simbolo della città è oggetto di intervento, così come altri immobili storici tortonesi, quali l'ex carcere di via Bandello, al chiostro dell'Annunziata. Nel pomeriggio di ieri la commissione lavori pubblici del consiglio comunale, presieduta da Lorella Repetto, ha effettuato una serie di sopralluoghi negli immobili comunali attualmente oggetto di intervento, per verificare l'andamento dei lavori e lo stato delle strutture. Alla Torre gli interventi dovrebbero concludersi entro l'anno, per poi restituire il monumento a una piena fruibilità e renderlo visitabile fino alla sommità, il punto più alto di Tortona da cui si ammira un bel panorama su valli e pianura. Ad oggi  sono stati sistemati gli intonaci interni e si è proceduto con il rifacimento degli impianti. La scala è stata messa a norma e rinforzata. Attualmente sono in corso lavori di pulizia delle facciate esterne e a seguire ci saranno interventi sulla cupola della Torre, come richiesto dalla Sovrintendenza. Le operazioni alla copertura dell'ex  convento dell’Annunziata partiranno invece fra poche settimane, non appena l'analogo intervento alla bilbioteca sarà ultimato.  Nel fabbricato napoleonico dell'ex carceri di via Bandello sono stati ad oggi completati i locali al piano terra, i locali servizi e i bagni, oltre alla pavimentazione del cortile e alla tinteggiatura della facciata interna. Presto inoltre un altro luogo storico della città, attualmente di proprietà demaniale, potrebbe entrare nella disponibilità del comune. La galleria ricovero antiaereo, che in epoca bellica fu utilizata con funzioni di protezione della cittadinanza, un percorso affascinante che attraversa in sotterraneo l'intero Colle Vittorio, è uno dei beni che il demanio vorrebbe trasferire gratuitamente al comune; le ipotesi sono di cessione o valorizzazione e la commissione ha preso atto dell'opportunità.

 

 

 

 
4/10/2013
Stefano Brocchetti - redazione@tortonaonline.net

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi