Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Incertezze e ritardi, alla fine AleComics si pagherà le perizie in Cittadella

L'associazione, pur di garantirsi la fiera è disposta a sborsare circa duemila euro per pagare le verifiche statiche sugli edifici che ospiteranno migliaia di visitatori, a settembre. Ad oggi poche risposte definitive da Palazzo Rosso
 ALESSANDRIA – No, alla fine la certezza matematica che AleComics si farà non è arrivata neppure in sede di Commissione Cultura, convocata in verità dal presidente Carmine Passalacqua più per ribadire – nonostante le presentazioni e i comunicati già noti – come si svolgerà l'evento in Cittadella, il 15 e 16 settembre, e quanti visitatori si pensa arriveranno (circa 25mila).

Alcuni consiglieri – e forse gli stessi organizzatori presenti – erano forse più interessati a conoscere lo stato di salute della fortezza, a che punto fossero le verifiche sugli edifici, chi deve fare cosa.

Assente l'assessore Fteita – tra le proteste della minoranza – la dirigente supplente Rosella Legnazzi non ha potuto che ripetere ad ogni obiezione come si stia lavorando per mettere in sicurezza gli accessi, snocciolando i punti dell'accordo tra Comune e Soprintendenza sull'obbligo di garantire la sicurezza degli edifici e soprattutto dei visitatori. in un rimpallo di responsabilità tra il proprietario (lo Stato) e il gestore (il Comune). Niente di più, probabilmente perché ad oggi non c'è altro da aggiungere su chi dovrebbe accollarsi l'onere delle verifiche statiche e di fatto prendersi la responsabilità su tutto quello che potrebbe accadere in Cittadella in mezzo a  cosplayer e fans di Cristina D'Avena (guest star, il 15 settembre alle 16,30).

Non certo il Comune di Alessandria, che “spera” che la manifestazione si svolga regolarmente. “Come può un'associazione investire in un evento senza garanzie e senza risposte certe da parte di un Comune?”, lamentano i consiglieri Oneto e Abonante, a sottolineare che Palazzo Rosso non stia agevolando gli organizzatori, anzi.

Per la verità un altro evento il 7 e l'8 settembre porterà in Cittadella almeno 10 mila persone: la settima edizione di 'Sport e Benessere', organizzata dall'associazione Italy Events. Quella sarebbe la prima grande manifestazione con utilizzo di edifici su cui insiste il nuovo disciplinare 'blindato'.

“Se nessuno dovesse provvedere altrimenti, ci vedremo costretti ad accollarci le spese per le perizie e le verifiche sugli immobili (si pala di duemila euro) pur di garantirne lo svolgimento regolare”, ammette il vice direttore artistico di AleComics Matteo Guzzon. Sarebbero comunque certificazioni temporanee limitate al singolo evento in base alle esigenze di utilizzo che ogni organizzatore dovrà accollarsi (alla fine pare di capire questo) visto che infondo sta già godendo di una location privilegiata. Sempre che fino al giorno prima dalle caserme Montesanto, Blengio, Pasubio e i Bastioni non cada un centimetro di intonaco...

Resta comunque l'incertezza fino alla fine se la Cittadella, a settembre, sarà utilizzabile.

Va bene che il tema del festival di quest'anno è il giallo e il noir, ma tutta questa suspance forse gli organizzatori di AleComics – che in pochi anni hanno realizzato uno dei più grandi eventi fumettistici italiani – se la sarebbero volentieri risparmiata.
26/06/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo
Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo